Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Coronavirus, anche la Terra Santa è in allerta

Terrasanta.net
31 gennaio 2020
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Coronavirus, anche la Terra Santa è in allerta
Un cammelliere palestinese indossa e vende mascherine ai turisti sul Monte degli Ulivi a Gerusalemme, il 28 gennaio 2020. (foto Olivier Fitoussi/Flash90)

(g.s.) – Giovedì 30 gennaio il ministro israeliano della Sanità, Yaakov Litzman, ha annunciato il blocco di tutti i voli in arrivo dalla Cina fino a nuovo ordine, come misura precauzionale per contrastare il diffondersi del coronavirus. Le autorità sanitarie hanno anche disposto di sottoporre a quarantena per due settimane tutti i connazionali che si sono recati in questi giorni nel grande Paese asiatico. L’allarme per il nuovo ceppo di polmonite è scattato il 31 dicembre 2019, quando le autorità cinesi hanno informato l’Organizzazione mondiale della sanità di un’epidemia in corso nella città di Wuhan.

A fine gennaio 2020 i casi di infezione da virus 2019-nCoV (o Covid-19) in tutto il mondo sono stati circa 10 mila, veicolati da turisti o viaggiatori per motivi professionali. Oltre 200 i decessi, tutti in Cina. Secondo le autorità competenti, nessun caso conclamato di contagio, alla data del 31 gennaio, è stato registrato in Israele o nei Territori palestinesi.

Articoli correlati
La felicità ai miei piedi
Marika Ciaccia

La felicità ai miei piedi

L'avventura di una trekker per caso
La via della Legge
Massimo Pazzini

La via della Legge

Midrash sul Salmo 119