Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Coronavirus, anche la Terra Santa è in allerta

Terrasanta.net
31 gennaio 2020
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Coronavirus, anche la Terra Santa è in allerta
Un cammelliere palestinese indossa e vende mascherine ai turisti sul Monte degli Ulivi a Gerusalemme, il 28 gennaio 2020. (foto Olivier Fitoussi/Flash90)

(g.s.) – Giovedì 30 gennaio il ministro israeliano della Sanità, Yaakov Litzman, ha annunciato il blocco di tutti i voli in arrivo dalla Cina fino a nuovo ordine, come misura precauzionale per contrastare il diffondersi del coronavirus. Le autorità sanitarie hanno anche disposto di sottoporre a quarantena per due settimane tutti i connazionali che si sono recati in questi giorni nel grande Paese asiatico. L’allarme per il nuovo ceppo di polmonite è scattato il 31 dicembre 2019, quando le autorità cinesi hanno informato l’Organizzazione mondiale della sanità di un’epidemia in corso nella città di Wuhan.

A fine gennaio 2020 i casi di infezione da virus 2019-nCoV (o Covid-19) in tutto il mondo sono stati circa 10 mila, veicolati da turisti o viaggiatori per motivi professionali. Oltre 200 i decessi, tutti in Cina. Secondo le autorità competenti, nessun caso conclamato di contagio, alla data del 31 gennaio, è stato registrato in Israele o nei Territori palestinesi.

Articoli correlati
Bibbia tra orientalistica e storiografia
Tomislav Vuk

Bibbia tra orientalistica e storiografia

Una introduzione
Cosa resta del papato
Francesco Antonio Grana

Cosa resta del papato

Il futuro della Chiesa dopo Bergoglio