Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

In Terra Santa nuovo allarme coronavirus

Terrasanta.net
21 giugno 2020
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
In Terra Santa nuovo allarme coronavirus
Traffico pedonale su Jaffa Street a Gerusalemme il 17 giugno 2020. (foto Yonatan Sindel/Flash90)

(g.s.) – I dati lo confermano e ormai anche il governo lo ammette: in Israele si registra una seconda ondata di contagi da coronavirus. Al punto che il ministero della Sanità ipotizza di chiedere nuovamente ai servizi di sicurezza interna, lo Shin Bet, di tracciare le persone contagiate e i loro spostamenti per impedire che l’epidemia si diffonda ulteriormente.

Gli ospedali sono stati posti nuovamente in preallarme e si discute se reintrodurre o meno restrizioni. Il governo puntava sulla data del primo agosto per riaprire gli aeroporti ai flussi turistici, ma i dati di questi giorni interrogano.

Anche nei Territori Palestinesi si registrano nuovi casi: sorvegliate speciali le città di Hebron e Nablus.

Da febbraio alla data del 21 giugno i contagiati complessivamente rilevati in Israele sono 20,734; 306 i morti. Nei Territori palestinesi di Cisgiordania, sono 810 i positivi; 2 i defunti. Nella Striscia di Gaza, 72 positivi e un decesso.

Articoli correlati
Benediciamo il Signore

Benediciamo il Signore

Preghiere per la mensa
La cucina come una volta
Anna Maria Foli

La cucina come una volta

Storie, segreti e antiche ricette da monasteri e conventi
La didattica dell’IRC tra scuola e Istituti Superiori di Scienze Religiose

La didattica dell’IRC tra scuola e Istituti Superiori di Scienze Religiose

Verso nuovi modelli per la scuola delle competenze
Un nome e un futuro
Firas Lutfi

Un nome e un futuro

La risposta francescana al dramma siriano dei "bambini senza identità"