Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Paola Caridi

Vento del Sud

Paola Caridi è saggista e storica. Dal 2001 al 2003 è stata corrispondente dal Cairo, e per i successivi dieci anni ha vissuto e lavorato a Gerusalemme, collaborando con le maggiori testate italiane. Per Feltrinelli ha pubblicato Arabi Invisibili (2007), Hamas (2009), Gerusalemme senza Dio (2013), Gerusalemme. La Storia dell’Altro (2019).

Firma Vento del Sud sulla rivista Terrasanta.


 

26 ottobre 2021

Maspero e la nuova faccia del Cairo

Le aree più appetibili della capitale egiziana subiscono un’operazione di abbellimento, di gentrificazione, a spese dei loro storici abitanti. Sono in genere i poveri, a cui vengono offerte condizioni capestro come il trasferimento nell’estrema periferia.

1 settembre 2021

Le notti di Beita sotto i riflettori

La cittadina cisgiordana di Beita, nei pressi di Nablus, è divenuta tra maggio e giugno un simbolo – suo malgrado – del confronto in corso tra i coloni israeliani e gli abitanti palestinesi.

27 maggio 2021

Debke, a chi fa paura la danza palestinese?

La compagnia di danza popolare Al Funoun, la più famosa in Palestina, di base a Ramallah, ha anche il triste primato di aver visto nella sua storia molti tra i suoi ballerini di debke arrestati dalle autorità israeliane.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Benediciamo il Signore

Benediciamo il Signore

Preghiere per la mensa
La cucina come una volta
Anna Maria Foli

La cucina come una volta

Storie, segreti e antiche ricette da monasteri e conventi
La didattica dell’IRC tra scuola e Istituti Superiori di Scienze Religiose

La didattica dell’IRC tra scuola e Istituti Superiori di Scienze Religiose

Verso nuovi modelli per la scuola delle competenze
Un nome e un futuro
Firas Lutfi

Un nome e un futuro

La risposta francescana al dramma siriano dei "bambini senza identità"