Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Uomini e dromedari

Terrasanta.net
24 ottobre 2019
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Uomini e dromedari
Una corsa di dromedari organizzata a Rafah, nella Striscia di Gaza, il 20 ottobre 2019. (foto Abed Rahim Khatib/Flash90)

(g.s.) – Fu inaugurato nel 1998, in seguito agli Accordi di Oslo siglati dall’Organizzazione per la liberazione della Palestina (all’epoca guidata di Yasser Arafat) e da Israele cinque anni prima. Nel 2001 i bombardamenti israeliani lo resero inservibile. Da allora l’aeroporto della Striscia di Gaza, a Rafah, è una landa desolata, troppo vicina ai reticolati che fanno da confine con il territorio dello Stato ebraico.

Di tanto in tanto il luogo si anima. È accaduto, ad esempio, lo scorso 20 ottobre, quando ha fatto da sfondo a un’improvvisata corsa di dromedari, organizzata ai margini di un accampamento dei manifestanti che chiedono libertà di movimento per i palestinesi di Gaza.

Centinaia di giovani tifosi hanno incitato i quadrupedi e i loro fantini.

Articoli correlati
Preti verdi
Mario Lancisi

Preti verdi

L'Italia dei veleni e i sacerdoti-simbolo della battaglia ambientalista
Dizionario Bergoglio
Francesc Torralba

Dizionario Bergoglio

Le parole chiave di un pontificato
Più forte della morte è l’amore
Francesco Patton

Più forte della morte è l’amore

Meditazioni e preghiere per la Settimana Santa
La trappola del virus
Camillo Ripamonti, Chiara Tintori

La trappola del virus

Diritti, emarginazione e migranti ai tempi della pandemia