Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

La Natività non è più in pericolo, parola di Unesco

Terrasanta.net
2 luglio 2019
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
La Natività non è più in pericolo, parola di Unesco
Il caratteristico campaniletto della basilica della Natività a Betlemme. (foto Shutterstock.com)

Da quest'oggi, 2 luglio 2019, l'agenzia delle Nazioni Unite per la cultura non considera più la basilica della Natività, a Betlemme, come un sito patrimonio dell’Umanità in pericolo. Merito dei restauri degli ultimi anni.


(g.s.) – L’Unesco, agenzia delle Nazioni Unite per la cultura, ha comunicato oggi che la basilica della Natività e le strade nel cuore di Betlemme percorse per secoli dai pellegrini sono state rimosse dall’elenco dei siti patrimonio dell’Umanità in pericolo.

La decisione è stata adottata oggi a Baku (Azerbaigian) dalla Commissione dei beni Patrimonio dell’Umanità nel corso della 43.ma sessione di lavoro, che si è aperta il 30 giugno scorso e si chiuderà il 10 luglio.

La minaccia alla sussistenza di questo importante santuario cristiano e monumento religioso e culturale è venuta meno –  riconosce l’Unesco – dopo il meticoloso intervento di restauro della basilica iniziato nel settembre 2013 (e ancora in corso), su impulso dell’Autorità Nazionale Palestinese e grazie all’accordo delle tre comunità religiose responsabili della basilica santuario della nascita del Signore Gesù: il patriarcato greco-ortodosso di Gerusalemme, i francescani della Custodia di Terra Santa (a nome della Chiesa cattolica) e il patriarcato armeno di Gerusalemme.

Il complesso della Natività venne riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 2012 e inserito tra i siti in pericolo su richiesta del governo palestinese, che ne aveva patrocinato la candidatura. Da ora in poi continua ad essere considerato patrimonio del genere umano, ma non più a rischio.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
Sorella anima
David-Marc d’Hamonville

Sorella anima

Alla scoperta di una interiorità possibile
La notte di Natale
Papa Francesco

La notte di Natale

Il buon augurio del presepe