Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.

Giugno 2007

Brescia, 29/06/2007

Le Tessere del Cielo


Un'esposizione di pannelli fotografici, corredati da un ricco apparato didascalico e predisposti dall'archeologo francescano padre Michele Piccirillo, presenta i pavimenti musivi delle chiese cristiane sorte nell'area geografica dell'attuale Giordania fra il IV e l'VIII secolo.

Milano, 28/06/2007

Blair al debutto

Un segnale positivo, nonostante le perplessità degli arabi sul curriculum di Blair. È l'atteggiamento con cui i giornali della regione salutano oggi la nomina dell'ex premier britannico a rappresentante del Quartetto (Stati Uniti, Unione Europea, Russia e Onu) per il Medio Oriente. Particolarmente positivo il commento nell'editoriale di Haaretz («Benevenuto a bordo, Tony»), che sottolinea non solo l'esperienza internazionale di Blair, ma anche la chiarezza di vedute su quelli che sono i nodi del conflitto. Meno entusiasta, per contro, il quotidiano libanese The Daily Star.

Cardinal Tauran: «Statuto speciale per Gerusalemme»
Roma, 28/06/2007

Cardinal Tauran: «Statuto speciale per Gerusalemme»

Il neo presidente del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso, il cardinale Jean Louis Tauran, ha partecipato alla presentazione dell'ultimo volume della rivista Aspenia (Lo Stato degli ebrei) cogliendo l'opportunità per richiamare l'attenzione su quella che il Vaticano considera un tema cruciale per la risoluzione del conflitto israelo-palestinese. «Mi preme parlare dei Luoghi Santi perché è una questione che ci sta molto a cuore e sulla quale la Santa Sede può offrire un contributo concreto» ha spiegato il 27 giugno il porporato, che dal 1992 al 2003 è stato «ministro degli Esteri vaticano» e in tale veste ha seguito passo passo le speranze e i fallimenti del processo di pace in Terra Santa avviato con gli Accordi di Oslo.

Roma, 27/06/2007

I 28 gradini che uniscono Roma e Gerusalemme

Ogni anno milioni di persone, a Roma, la percorrono in preghiera, in ginocchio, per espiare colpe e invocare grazie. È la Scala Santa, ventotto gradini che, come si tramanda, Gesù avrebbe salito, percosso e sanguinante, per accedere al palazzo pretorio di Pilato. La Scala è dunque tra le testimonianze più evidenti del legame particolare che stringe la capitale italiana alla Terra Santa. Il manufatto fu inviato a Roma nel 326 da sant'Elena al figlio, l'imperatore Costantino, e poi venne donato a Papa Silvestro I.

Milano, 27/06/2007

Matrimoni «ecumenici» e diritto canonico

Capita di frequente nei Paesi del Medio Oriente, dove il cristianesimo non è la religione della maggioranza, che due giovani entrambi credenti in Cristo ma secondo confessioni diverse, si innamorino e decidano di sposarsi. Che lo sappiano o meno, essi affrontano uno degli argomenti più delicati e più dibattuti nella storia del diritto canonico e del dialogo ecumenico. La validità, la liceità, la stessa opportunità del loro matrimonio è infatti l'esito di una riflessione vecchia di ben diciassette secoli e non ancora conclusa. In proposito ecco un interessante studio del canonista francescano Raimondo Girgis.

Si svuota il Libano dal futuro incerto
Milano, 26/06/2007

Si svuota il Libano dal futuro incerto

Instabilità, insicurezza e la speranza nel futuro che si affievolisce. Vivere in Libano, per molti vuol dire provare tutto questo. Non sono solo gli ultimi episodi di violenza, come l'attentato ai caschi blu Unifil, ad aumentare la paura. È ormai dal febbraio 2005 che nel Paese dei Cedri sempre più persone pensano all'espatrio. In un'indagine di alcune settimane fa si leggeva che il 30 per cento dei libanesi vorrebbe emigrare. Se il Paese si svuota e l'economia inevitabilmente frena, il turismo è addirittura fermo. Il flusso dei viaggiatori verso il Libano ha cominciato a rallentare già nell'estate del 2005. Nemmeno quest'anno i turisti torneranno.

Sondaggi palestinesi
Milano, 25/06/2007

Sondaggi palestinesi

Che cosa pensa la piazza palestinese di tutto quello che sta succedendo tra Gaza e la Cisgiordania? Il sito palestinese Miftah rilancia un sondaggio effettuato con criteri scientifici tra il 21 e il 22 giugno dall'Università nazionale An-Najah. Premessa: anche i Territori palestinesi sono un posto dove si fanno i sondaggi. Varrebbe la pena ricordarlo a qualche cronista o commentatore che quando parla di questa regione del mondo ha il tono dell'hic sunt leones. Si fanno i sondaggi che dicono cose interessanti. Date un'occhiata.

Israele a tavola
Milano, 25/06/2007

Israele a tavola

Questo libro di Laura Sacerdoti Liberanome non è solo un libro di ricette come si sarebbe portati a pensare. Solo una parte, infatti, è riservata ad alcune ricette tipiche, come ad esempio il challah o gli involtini di verza o i dolci di arance. Anche in questa sezione, del resto, i vari piatti sono comunque preceduti da note legate all'origine e alla storia della singola pietanza. Il volumetto ha il pregio di condensare in poche pagine e in modo chiaro e interessante la storia, la cultura e la tradizione della cucina ebraica, svelando anche alcuni particolari curiosi.

Milano, 21/06/2007

Castelli di sabbia

Merita di essere letto per intero l'articolo che proponiamo oggi. Su Yedioth Ahronot Nahum Barnea, uno dei più autorevoli editorialisti israeliani, propone un'analisi estramente lucida della situazione venutasi a creare a Gaza e in Cisgiordania. Al centro c'è una tesi forte: la vicinanza israelo-americana ad Abu Mazen e al governo costituito a Ramallah è solo un castello costruito sulla sabbia. Non è bene farsi grandi illusioni sullo Stato «buono», dei «moderati» di Fatah, in Cisgiordania.

Da Amman nuovo slancio alle iniziative ecumeniche per la Terra Santa
Amman, 20/06/2007

Da Amman nuovo slancio alle iniziative ecumeniche per la Terra Santa

Per iniziativa del Consiglio ecumenico delle Chiese (Cec) in questi giorni nella capitale giordana si è svolta una conferenza ecumenica dal titolo «Le Chiese insieme per una pace con giustizia in Medio Oriente». Ai lavori hanno preso parte 130 delegati provenienti da tutto il mondo con l'intento di ascoltare la voce dei cristiani di Terra Santa e di confrontarsi sui contributi più opportuni da offrire. Aprendo i lavori, il segretario generale del Cec, Samuel Kobia, ha invitato il movimento ecumenico a fare un salto di qualità e a mobilitarsi per ottenere una pace giusta in quella terra. Creato un nuovo organismo di coordinamento delle varie iniziative. 

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
La città della speranza
Lesław Daniel Chrupcała

La città della speranza

Incontrare Gerusalemme
Una forma di vita secondo il Vangelo
Francesco Patton

Una forma di vita secondo il Vangelo

Schede di riflessione sulla Regola bollata per la formazione permanente in fraternità
L’ebreo di Nazaret
Frédéric Manns

L’ebreo di Nazaret

Indagine sulle radici del cristianesimo
Gesù per le strade
Magdeleine di Gesù

Gesù per le strade