Terrasanta.net | Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Aprile 2007

La parola all’avversario
Milano, 30/04/2007

La parola all’avversario

Si può discutere con franchezza delle ragioni e dei torti nel conflitto israelo-palestinese senza trasformare per forza in caricatura le posizioni dell'altro? È l'esperienza interessante proposta in questa lunga intervista di Ruthie Blum a Sari Nusseibeh apparsa sul Jerusalem Post. La prima è una sanguigna giornalista ebreo-israeliana che ha recentemente pubblicato un libro sulle sofferenze patite dalla popolazione di Israele durante la seconda Intifada, il secondo è un intellettuale palestinese, rettore dell'Università al-Quds. Un invito alla lettura.

Milano, 26/04/2007

Yehoshua: «Piangiamo insieme i nostri morti»

Una giornata per ricordare contemporaneamente, in Israele e nei Territori palestinesi, le vittime civili del conflitto. È la proposta che lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua lancia attraverso l'articolo che riproponiamo oggi, pubblicato sulle colonne di Yediot Ahronot. La proposta nasce nel clima di questi giorni, in cui Israele ha ricordato il 59.mo anniversario della sua fondazione.

Il caso Bishara
Milano, 23/04/2007

Il caso Bishara

Per una settimana il suo nome ha campeggiato sulle prime pagine dei quotidiani israeliani. Alla fine Azmi Bishara, uno dei dieci arabi-israeliani a sedere tra i 120 membri del Parlamento israeliano, ha dato le dimissioni dalla Knesset. Lo accusano di collaborazionismo con gli Hezbollah e la Siria durante la guerra dell'estate scorsa. La vicenda Bishara rilancia la questione degli arabi-israeliani considerati sempre di più dai connazionali ebrei come una sorta di quinta colonna del nemico. Tra le molte voci, riportiamo un'analisi del settimanale egiziano Al-Ahram e le dichiarazioni di alcuni parlamentari delle destra israeliana raccolte dal sito dei coloni Arutz Sheva.

Milano, 20/04/2007

Testimone, a un tempo, del Corano e del Vangelo


Il libro raccoglie scritti di Jean-Mohammed Abd-el-Jalil, un musulmano del secolo scorso che dopo essersi convertito al cristianesimo divenne frate francescano col nome di Giovanni Maometto. Il testo comprende anche testimonianze di chi ha avuto modo di conoscere la sua figura di intelligente studioso, di attento osservatore della realtà storico-sociale e di sincero indagatore della propria religiosità

Milano, 19/04/2007

Mozart a Ramallah

La musica di Mozart tra Nablus, Betlemme e Ramallah. Suonata da concertisti di livello internazionale, per una buona metà palestinesi. Uno dei problemi più gravi dei racconti del conflitto israelo-palestinese sono le immagini stereotipate che rimbalzano sui nostri mass media. Quelle in cui Israele e i Territori sono solo i caccia F16 e i kamikaze di Hamas. Invece c'è anche altro. Ce ne dà conto un articolo di Haaretz.

Milano, 19/04/2007

La Custodia di Terra Santa e il patriarcato latino di Gerusalemme


Il testo di Paolo Pieraccini è un'opera di carattere storico-giuridico, molto approfondita, che consente di analizzare un capitolo particolare della storia della Chiesa cattolica in Medio Oriente. Si tratta di letteratura scientifica e non divulgativa, ma la presenza dell'autore e di padre Jaeger - entrambi profondi conoscitori della realtà della Terra Santa - fanno della serata un appuntamento di sicuro interesse per tutti.

Da quarant’anni «riunificata»
Gerusalemme, 19/04/2007

Da quarant’anni «riunificata»

Si svolgeranno quasi in tono minore le celebrazioni che la municipalità di Gerusalemme e il governo di Israele hanno programmato per festeggiare quarant'anni dal ritorno della città sotto il pieno controllo ebraico. La festa cade in un momento in cui le massime istituzioni politiche del Paese sono in crisi e il governo ha in corso confronti diplomatici con le stesse nazioni arabe che nel 1967 persero in sei giorni la guerra che loro stesse avevano scatenato contro Israele. Gli eventi celebrativi in calendario si svolgeranno anche in altre città del mondo, soprattutto dove c'è una consistente comunità ebraica.

Il priore dell’<i>Ecole</i>
Gerusalemme, 18/04/2007

Il priore dell’Ecole

Tra le più prestigiose istituzioni accademiche di Gerusalemme vi è l'Ecole biblique dei domenicani francesi, in cui si specializzano studiosi di Sacra Scrittura provenienti da tutto il mondo. Recentemente alla guida della comunità religiosa che vi risiede è stato eletto un nuovo priore: padre Guy Tardivy, non un biblista, ma piuttosto un esperto di storia medievale. «Questa è una pagina nuova interamente nuova della mia vita» ci ha detto il religioso commentando la scelta dei suoi confratelli. Eccovi una nostra breve intervista.

La tappa a Milano di monsignor Fouad Twal
Milano, 17/04/2007

La tappa a Milano di monsignor Fouad Twal

Monsignor Fouad Twal, vescovo coadiutore del patriarca latino di Gerusalemme e destinato a succedergli, è stato ieri protagonista di una serata organizzata dalla rivista Terrasanta in collaborazione con la Provincia dei Frati minori di Lombardia. Alla presenza del ministro provinciale, padre Roberto Ferrari - che ha sottolineato l'impegno plurisecolare dell'Ordine in Terra Santa e i profondi legami della Provincia lombarda con la Terra Santa - il vescovo ha parlato dei vari aspetti della presenza cristiana nella regione. Al termine della conversazione, Twal ha risposto in modo franco a numerose domande del pubblico, incentrate soprattutto sui risvolti politici della situazione in Israele e Palestina.

Gli ebrei che resistettero all’Olocausto
Milano, 16/04/2007

Gli ebrei che resistettero all’Olocausto

In queste ore Israele celebra la sua Giornata della memoria che cade ogni anno il 27 del mese di Nisan, pochi giorni dopo la Pasqua ebraica. La data ricorda la rivolta del ghetto di Varsavia, il più famoso tra gli episodi di resistenza messi in atto durante la persecuzione nazista. Quella simboleggiata dalla rivolta nel ghetto di Varsavia fu, però, davvero l'unica forma di resistenza ebraica al nazismo? È la domanda che si pone l'articolo che proponiamo oggi, pubblicato in questi giorni sul Jerusalem Post. Matthew Wagner ricostruisce la questione dell'opposizione alla Shoà attraverso la prospettiva degli haredi, i religiosi ultraortodossi.

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai al sito dell'Ufficio pellegrinaggi
Una nuova strada
Cristiana Dobner

Una nuova strada

Carlo Maria Martini, gli Esercizi e la Parola
Grecia

Grecia

Luoghi cristiani e itinerari paolini
Il libro della vita
Alberto Mello

Il libro della vita

Leggere i Salmi
Preferivo le cipolle
Giorgio Bernardelli

Preferivo le cipolle

Dieci obiezioni (da sfatare) a un viaggio in Terra Santa