Terrasanta.net | Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Febbraio 2007

Corto da Oscar
Paola Rampoldi

Corto da Oscar

Il 25 febbraio scorso ha vinto l'Oscar per la categoria dei cortometraggi. West Bank Story, film musicale del giovane regista Ari Sandel, è nato come parodia del celebre West Side Story e racconta la vicenda di due innamorati in Cisgiordania: David, un soldato israeliano, e Fatima, una giovane palestinese di professione cassiera in un negozietto che vende falafel. Ai meriti artistici del regista se ne aggiunge un altro: un quarto dei proventi dalla vendita del film in dvd sarà devoluto a due importanti esperienze di solidarietà tra israeliani e palestinesi: The Parents' Circle e Hand in Hand.

«Fratelli e sorelle neocatecumenali…»
Gerusalemme, 27/02/2007

«Fratelli e sorelle neocatecumenali…»

«... vi ringraziamo per la vostra presenza tra la nostra gente e per quello che fate, ma vi chiediamo di non fare gruppo a parte». Suona più o meno così l'esortazione che i vescovi cattolici della Terra Santa rivolgono ai neocatecumenali che operano nelle loro diocesi, in un lettera che reca la data del 25 febbraio scorso. «In Oriente - scrivono i vescovi -, noi teniamo molto alla nostra liturgia e alle nostre tradizioni. Il rito è come una carta d’identità (...). Vi preghiamo di aver la carità di capire e rispettare l’attaccamento dei nostri fedeli alle proprie liturgie». E proseguono: «Celebrate l’Eucaristia con la parrocchia e secondo il modo della Chiesa locale». Prima di concludere, un ultimo invito: «Dedicatevi seriamente allo studio della lingua e delle cultura della nostra gente (...) e predicate un Vangelo incarnato nella vita». Vi proponiamo il testo integrale della lettera.

Amos torna a casa
Paola Rampoldi

Amos torna a casa

Con il suo recentissimo News from Home / News from House Amos Gitai offre al pubblico l'ultima parte di una trilogia di film documentari che hanno per fulcro una casa di Gerusalemme. A trilogia completata anche l'obbiettivo del regista diventa ancora più palese: evidenziare, attraverso le diverse famiglie, i cambiamenti storici, ma soprattutto sociali, avvenuti nel corso del tempo. Come farebbe un archeologo, Gitai ispeziona il tessuto umano e ce lo restituisce sotto forma di opera d'arte.

Primo marzo contro il Muro
Milano, 23/02/2007

Primo marzo contro il Muro

Ogni venerdì a Betlemme un gruppo di suore e di altri cristiani recita il rosario lungo l'alto muro che circonda la città. È raccogliendo il loro appello che ha preso corpo l'idea di indire per il primo marzo prossimo una Giornata di sensibilizzazione e preghiera contro il Muro. Ce lo spiega don Nandino Capovilla, sacerdote veneziano e membro di Pax Christi, uno degli organismi promotori dell'iniziativa.

Gerusalemme domani secondo la demografia
Milano, 22/02/2007

Gerusalemme domani secondo la demografia

Se resteranno immutate le attuali linee di tendenza, nel 2020 i residenti arabi di Gerusalemme rappresenteranno il 40 per cento della popolazione, con un incremento di 6 punti percentuali rispetto ai dati del 2005. Lo dice una previsione del Jerusalem Institute for Israel Studies (Jiis) riportata in questi giorni dalla stampa israeliana. L'attuale tasso di crescita annuo della componente ebraica della città è del 2,7 per cento, mentre raggiunge il 3,4 per quella araba.

Quando la religione conta
Terrasanta.net

Quando la religione conta

Positivisti e illuministi, nel corso del Novecento, le avevano date per spacciate. Invece le religioni si sono prese la briga di smentirli. Lo riconoscono oggi anche accademici e politici: le religioni sono tornate dall'esilio ed esercitano il loro influsso non solo sulla vita delle società e delle nazioni, ma anche sul piano delle relazioni internazionali. Il volume che presentiamo è una raccolta di saggi proprio su quest'ultimo aspetto.

È emergenza sanitaria per i bimbi palestinesi
Betlemme, 21/02/2007

È emergenza sanitaria per i bimbi palestinesi

Abbiamo già avuto modo di scriverlo e ci torneremo sopra tutte le volte che potremo: la situazione socio-sanitaria nei Territori palestinesi crea allarme e non accenna a migliorare. Ne soffrono soprattutto le frange più deboli della popolazione e, tra queste, i bambini.
Ancora una volta diamo voce alle suore francescane elisabettine che dirigono il Baby Hospital di Betlemme. Nella struttura pediatrica, scrivono, sembra di essere tornati indietro di alcuni anni, a una situazione di vera emergenza. I genitori si presentano con i loro piccoli e sono disposti a fare lunghe ore di coda per ottenerne il ricovero. La malattie più comuni e la sofferenza innocente dei piccoli ospiti.

A Beirut equilibri in crisi
Milano, 14/02/2007

A Beirut equilibri in crisi

Il Libano è di nuovo una nazione in bilico, in cui i fermenti che agitano lo scacchiere mediorientale si rispecchiano nelle lotte di potere tra le varie fazioni interne. Alle mai esauste diatribe tra le varie anime religiose e politiche si associano oggi le aspettative di nuovi protagonisti della borghesia emergente. Nostra intervista al vicedirettore di Famiglia Cristiana Fulvio Scaglione, da poco rientrato da un viaggio nel Paese dei cedri.

Scheda. Sciiti e sunniti. Chi sono
Milano, 14/02/2007

Scheda. Sciiti e sunniti. Chi sono

Le carneficine che ogni giorno insanguinano l'Iraq, con il loro interminabile stillicidio di morti, ci parlano delle lotte sanguinarie che in quel martoriato Paese oppongono tra di loro i sunniti e gli sciiti. Benché i due termini siano ormai divenuti consueti, pochi di noi conoscono l'origine delle due denominazioni. Si tratta di due gruppi differenziatisi in seno alla grande comunità musulmana, per ragioni politiche, sin dagli albori dell'islam. Approfondiamo la questione.

Le incognite libanesi
Milano, 13/02/2007

Le incognite libanesi

Il 14 febbraio di due anni fa l'ex primo ministro libanese Rafik Hariri veniva ucciso a Beirut con un devastante attentato dinamitardo che faceva numerose vittime. Nei giorni seguenti la gente scendeva in piazza a manifestare pacificamente e a chiedere una svolta. Molte cose sono cambiate da quel giorno. La più eclatante è stato il ritiro delle forze armate siriane. Eppure il Paese dei Cedri non ha trovato pace, anzi. Dopo la guerra tra Hezbollah e Israele, nell'estate 2006, oggi sembra sulla soglia di un nuovo conflitto civile che potrebbe precipitare la nazione nel baratro. Riusciranno i libanesi ad essere padroni del loro destino? Sapranno fermarsi in tempo?

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai al sito dell'Ufficio pellegrinaggi
Una nuova strada
Cristiana Dobner

Una nuova strada

Carlo Maria Martini, gli Esercizi e la Parola
Grecia

Grecia

Luoghi cristiani e itinerari paolini
Il libro della vita
Alberto Mello

Il libro della vita

Leggere i Salmi
Preferivo le cipolle
Giorgio Bernardelli

Preferivo le cipolle

Dieci obiezioni (da sfatare) a un viaggio in Terra Santa