Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Gerusalemme domani secondo la demografia

22/02/2007  |  Milano
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Gerusalemme domani secondo la demografia
Gerusalemme vista dal Monte degli Ulivi. In primo piano la città vecchia, sullo sfondo la moderna parte ebraica. (foto J. Kraj)

Se resteranno immutate le attuali linee di tendenza, nel 2020 i residenti arabi di Gerusalemme rappresenteranno il 40 per cento della popolazione, con un incremento di 6 punti percentuali rispetto ai dati del 2005. Lo dice una previsione del Jerusalem Institute for Israel Studies (Jiis) riportata in questi giorni dalla stampa israeliana. L'attuale tasso di crescita annuo della componente ebraica della città è del 2,7 per cento, mentre raggiunge il 3,4 per quella araba.


L’Istituto di Gerusalemme per gli studi su Israele (Jerusalem Institute for Israel Studies, Jiis) ha diffuso in questi giorni delle proiezioni statistiche sull’andamento demografico nella città di Gerusalemme.

In base a questi dati la popolazione araba della città raggiungerà il 40 per cento del totale nel 2020, se saranno confermate le attuali linee di tendenza e resteranno immutati i confini della municipalità.

L’attuale tasso di crescita annuo – riferisce il Jerusalem Post citando i dati forniti dai ricercatori – è del 2,7 per cento per quanto riguarda la componente ebraica e del 3,4 per quella araba.

Nel 1967 gli abitanti di Gerusalemme erano 266 mila, con un 26 per cento di arabi e un 74 per cento di ebrei.

Nel 2005, invece, i residenti in città erano 720 mila, suddivisi in 245 mila arabi (34 per cento) e 475 mila ebrei (66 per cento).

Il Jiis è un’istituzione accademica ebraica fondata nel 1978 con l’intento di elaborare studi, analisi statistiche e rapporti aggiornati e affidabili – tra cui l’Annuario statistico di Gerusalemme – a supporto della sfera politica e di chi è chiamato ad operare delle scelte nell’interesse di Israele.

Le cifre diffuse nei giorni scorsi rappresentano alcune anticipazioni di uno studio su Gerusalemme che il Jiis pubblicherà a maggio, in vista del quarantesimo anniversario dalla «riunificazione» della città sotto il controllo israeliano (avvenuta con la «guerra dei sei giorni» nel 1967).

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
I più letti
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
Sorella anima
David-Marc d’Hamonville

Sorella anima

Alla scoperta di una interiorità possibile
Il volo di Nura
Paola Caridi

Il volo di Nura

L’ebreo di Nazaret
Frédéric Manns

L’ebreo di Nazaret

Indagine sulle radici del cristianesimo