Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Storie e musica a Castel Gandolfo

fra Alberto J. Pari
5 ottobre 2023
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Il racconto di un'esperienza estiva di dialogo e incontro vissuta nei mesi scorsi, nei giardini della residenza papale alle porte di Roma, da un gruppo di giovani provenienti da Austria, Germania, Palestina, Israele e Italia.


Cinquantacinque giovani tra i tredici e vent’anni, una ventina di educatori provenienti da Austria, Germania, Palestina, Israele e Italia con un bagaglio culturale, linguistico e religioso differente… Sono gli ingredienti della terza edizione di Knüpfwerk, il campo estivo interreligioso e musicale organizzato da tre associazioni, una austriaca, una tedesca e una gerosolimitana. The Upper Room è il nome dell’associazione austriaca che ha avuto l’idea, tre anni fa, di lanciarsi in questa avventura multietnica e culturale, coinvolgendo l’Istituto Magnificat di Gerusalemme e l’associazione Faiths in tune di Berlino.

Quest’anno, svolgendosi il campo in Italia, un altro partner si aggiunto al gruppo: l’associazione Passi di Bologna. Cornice delle dieci meravigliose giornate è stato il Centro Mariapoli presso le Ville pontificie di Castel Gandolfo, messo a disposizione del movimento dei Focolari da san Paolo VI. Il titolo del campo estivo di quest’anno: Con-fusion, the reel tower of Babel.

Il tema proposto prende spunto dal racconto biblico della Torre di Babele dove l’intento comune di costruire un solido edificio è ostacolato dalla confusione delle lingue voluta da Dio. Nel Corano, lo stesso racconto descrive invece come una benedizione di Dio la creazione delle diverse lingue. Partendo dalla confusione delle culture, delle lingue, delle religioni dei giovani partecipanti, l’obiettivo era quello di arrivare alla fusione delle storie e alla costruzione della loro personale torre.

Le giornate sono state scandite da laboratori che hanno dato volta per volta stimoli artistici ai ragazzi per la realizzazione di cinque reel (video usati nelle moderne piattaforme di comunicazione sociale) che ogni gruppo ha ideato e costruito mettendo in gioco i tanti talenti: musicale, teatrale, canoro e creativo a 360 gradi. Prodotto finale, sei video-racconti, uno per ogni gruppo, che in cinque minuti mostrano la loro «torre artistica», con inquadrature che partono dal terreno e giungono fino al cielo.

Esperti artisti hanno accompagnato i giovani alla scoperta delle loro emozioni e delle loro personalità, ogni giorno proponendo un laboratorio che affrontasse tematiche appropriate alla loro età e che sono stati il trampolino di lancio e l’ispirazione per le creazioni artistiche da realizzare durante la giornata. Un pomeriggio al lago di Albano e una giornata alla scoperta delle bellezze di Roma hanno arricchito le già intense giornate.

Tanti dei giovani partecipanti provengono da famiglie che hanno dovuto lasciare i loro Paesi per cercare asilo politico in Europa, altri vivono quotidianamente il conflitto israelo-palestinese e la discriminazione religiosa. Storie complicate e vite non semplici che non sempre trovano spazio per essere raccontate e condivise. Al di là di ogni aspettativa è stato il prodotto finale, con le «torri di storie» costruite dai vari gruppi, che hanno mostrato i tanti talenti di questi giovani, permettendo loro di esprimersi al meglio con i mezzi di comunicazione che troppo spesso utilizzano male e senza un vero obiettivo. La confusione delle idee è divenuta fusione di intenti e di vite.

Le sfide che la vita ci propone potranno essere meno dure, come recita il ritornello del campo, appositamente composto da uno degli animatori: «Ogni pietra che è lanciata contro di me, posso mutarla in torre, con forza, per costruire la torre in me, il potere delle storie in me!».

Clicca qui per un servizio video su questa esperienza, realizzato dal Christian Media Center.

«Tu sei quell’uomo» (2Sam 12,7)

«Tu sei quell’uomo» (2Sam 12,7)

La narrazione al servizio della formazione e dell'annuncio
Gerusalemme. Città impossibile – nuova edizione
Meir Margalit

Gerusalemme. Città impossibile – nuova edizione

Le chiavi per capire l’occupazione israeliana
Colorexploring
Barbara Marziali, Sandra Marziali

Colorexploring

Il metodo per conoscere se stessi e illuminare i lati oscuri della vita