Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.

Dicembre 2014

La tivù del Papa
Giampiero Sandionigi

La tivù del Papa

Da tre decenni ormai le telecamere del Centro Televisivo Vaticano (Ctv) documentano passo passo l'attività del Pontefice per riproporre i suoi gesti e le sue parole ai media di tutto il mondo. Con la diffusione sempre più pervasiva di Internet, il ruolo del Ctv – istituito ufficialmente nel 1983 – assume sempre maggior rilievo. Un libro, in due lingue, ne racconta la storia.

Udienza di fine anno del presidente israeliano ai leader cristiani
Terrasanta.net

Udienza di fine anno del presidente israeliano ai leader cristiani

Anche il nuovo presidente di Israele, Reuven Rivlin, ha riconfermato la consuetudine di ricevere a fine dicembre i capi religiosi delle comunità cristiane che vivono sul suolo israeliano. A nome della delegazione cristiana il patriarca greco-ortodosso Teofilo III ha parlato di dialogo. Il presidente si è soffermato, invece, sull'estremismo dilagante in Medio Oriente.

Elisa Pinna

«Lo Stato Islamico offende l’Islam e minaccia il mondo». Parola di ayatollah

Un viaggio a Najaf, nel cuore dell'Islam sciita in Iraq. È tra i contenuti del numero di gennaio-febbraio 2015 del bimestrale Terrasanta. Mentre i terroristi dello Stato Islamico dilagano in territorio siriano e iracheno, ai lettori di Terrasanta.net proponiamo la voce di un leader musulmano che li condanna con durezza e pensa alle minoranze in fuga.

I trecento di Nabi Samuel
Chiara Cruciati

I trecento di Nabi Samuel

Dieci case, 300 abitanti, un'associazione femminista e la tomba del profeta Samuele. Nabi Samuel è un piccolissimo villaggio a nord di Gerusalemme. Le sue dimensioni si sono ridotte negli ultimi 47 anni, come effetto dell'occupazione militare israeliana dei territori di Cisgiordania, Striscia di Gaza e Gerusalemme Est.

Christian Media Center

Video – Natale a Gaza, con la voglia di rinascere dopo la guerra

Un presepe vivente con i bambini come protagonisti, è qualcosa di comune in molte parrocchie in giro per il mondo. Questa però è una parrocchia un po’ speciale, così come gli attori. Siamo a Gaza, nella chiesa latina della Sacra Famiglia. Il neonato che interpreta il bambino Gesù è nato la domenica dopo la fine dell’ultima guerra, nell’estate scorsa. E incarna, inconsapevolmente, la voglia di rinascere - e di vivere nella pace - che è di tutto un popolo.

di Giorgio Bernardelli

Le icone natalizie dei cristiani mediorientali

Mai come quest’anno, invece, i cristiani del Medio Oriente sono prima di tutto un segno che dobbiamo contemplare. Perché ci ricordano che il Verbo si è fatto carne dentro la sofferenza umana. E proprio lì ha fatto rinascere la speranza, non solo per chi è nella tribolazione, ma per tutti.

Il Papa consola e rincuora i cristiani del Medio Oriente con una lettera natalizia
Terrasanta.net

Il Papa consola e rincuora i cristiani del Medio Oriente con una lettera natalizia

Sono parole di consolazione e vicinanza quelle che Papa Francesco ha voluto rivolgere ai cristiani nel Medio Oriente in occasione del Natale. Bergoglio li raggiunge con una lunga lettera scritta espressamente per loro il 21 dicembre, «sapendo che per molti alle note dei canti natalizi si mescoleranno le lacrime e i sospiri».

Marcia della pace ad Oristano, la testimonianza del Custode di Terra Santa
fra Pinuccio Solinas ofm

Marcia della pace ad Oristano, la testimonianza del Custode di Terra Santa

«I gesti di pace, come questa marcia, sono un grande segno di speranza. La preghiera diventa oggi urgente, perché rende possibile ciò che solo umanamente non è ancora possibile». Con queste parole fra Pierbattista Pizzaballa, Custode di Terra Santa, ha concluso la XXVIII Marcia della pace che si è svolta ad Oristano, in Sardegna, sabato 20 dicembre.

Video – Messaggio natalizio del patriarca Twal e lancio del Cmc
Franciscan Media Center

Video – Messaggio natalizio del patriarca Twal e lancio del Cmc

Anche quest’anno nel suo messaggio di Natale presentato ieri ai giornalisti, il patriarca latino di Gerusalemme, mons. Fouad Twal, ha voluto riassumere i motivi di gioia e di sofferenza del 2014. Nel corso della conferenza stampa è stato illustrato anche il nuovo ruolo del centro multimediale della Custodia di Terra Santa che da ora si chiamerà Christian Media Center.

L’attesa, la fede e la pienezza di senso negli auguri natalizi del Custode di Terra Santa
Terrasanta.net

L’attesa, la fede e la pienezza di senso negli auguri natalizi del Custode di Terra Santa

«Anche nel nostro Medio Oriente assetato di giustizia e di dignità, di verità e di amore, Cristo si lascia trovare. Non guardiamo all’attesa e alla ricerca errate degli Erode di oggi, ma a quella di cui sono ricchi i Magi. (...) Non ascoltiamo le paure del mondo, ma il coro degli angeli che ci annunciano la salvezza». Lo scrive il Custode di Terra Santa, fra Pierbattista Pizzaballa, nel suo messaggio augurale per il Natale 2014.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
La città della speranza
Lesław Daniel Chrupcała

La città della speranza

Incontrare Gerusalemme
Una forma di vita secondo il Vangelo
Francesco Patton

Una forma di vita secondo il Vangelo

Schede di riflessione sulla Regola bollata per la formazione permanente in fraternità
L’ebreo di Nazaret
Frédéric Manns

L’ebreo di Nazaret

Indagine sulle radici del cristianesimo
Gesù per le strade
Magdeleine di Gesù

Gesù per le strade