Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Profilo. L’arcivescovo Chrisostomos II

Terrasanta.net
4 giugno 2010
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Profilo. L’arcivescovo Chrisostomos II
L'arcivescovo ortodosso di Cipro Chrisostomos II.

Il capo della Chiesa ortodossa di Cipro ha il titolo di arcivescovo di Nuova Giustiniana e di tutta Cipro. Chrisostomos II è nato il 10 aprile 1941 nel villaggio di Tala, presso Pafos. Dopo essere stato monaco e abate del monastero di Aghios Neophytos, è stato vescovo di Pafos tra il 1978 e il 2006, quando è stato eletto arcivescovo.


(Nicosia/gs) – Il capo della Chiesa ortodossa di Cipro ha il titolo di arcivescovo di Nuova Giustiniana e di tutta Cipro. Chrisostomos II è nato il 10 aprile 1941 nel villaggio di Tala, presso Pafos.

Appena finite le elementari è entrato nel monastero di Aghios Neophytos. Nel 1963, terminati gli studi secondari, è stato ordinato diacono. Nel 1968 è stato inviato a studiare teologia ad Atene, dove si è laureato nel 1972. Il 19 ottobre dello stesso anno è stato eletto abate del suo monastero. Il 12 novembre è stato ordinato presbitero e archimandrita e intronizzato alla guida della comunità monastica dall’allora arcivescovo, e presidente della Repubblica di Cipro, Makarios III.

Dal febbraio 1978 al novembre 2006 ha svolto il ministero di vescovo di Pafos. Durante il suo episcopato ha collaborato da vicino con l’arcivescovo Chrisostomos I. Ha anche rappresentato la Chiesa di Cipro in molti incontri ed eventi a carattere ecumenico. Come presidente del Santo Sinodo, in qualità di supplente dell’arcivescovo impedito da motivi di salute, l’attuale arcivescovo è stato determinante nell’elaborare la posizione negativa della Chiesa ortodossa di Cipro riguardo al Piano Annan, elaborato all’inizio di questo millennio dall’allora segretario delle Nazioni Unite per giungere a una soluzione definitiva della questione cipriota. Il piano fu sottoposto a referendum popolare nel 2004. I votanti della Cipro del Nord lo approvarono, quelli del Sud no. Il dettagliato piano venne quindi archiviato, per essere ripreso in considerazione, almeno parzialmente, nei negoziati tra le due parti di Cipro in corso dal 2008.

Chrisostomos II è stato eletto arcivescovo nel novembre 2006, con un complesso processo elettorale che coinvolge non solo vescovi, abati e clero ma anche i laici. È strenuo difensore dei diritti della sua Chiesa e del patrimonio artistico ed archeologico cristiano sottoposto a devastazione con l’occupazione turca dal 1974 ai giorni nostri.

Nonostante le resistenze emerse anche in questi giorni, in occasione della visita di Benedetto XVI, l’arcivescovo continua e percorrere il cammino di dialogo ecumenico già intrapreso dai suoi predecessori.

Una curiosità: grazie a un antico privilegio concessogli dall’imperatore di Bisanzio Zenone (426-491) l’arcivescovo di Cipro ha il diritto di firmare i documenti ufficiali con inchiostro rosso, così come faceva lo stesso monarca.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora