Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

San Paolo alla Porta di Jaffa

03/04/2009  |  Gerusalemme
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
San Paolo alla Porta di Jaffa
La sede del Christian Information Center, nei pressi della Porta di Jaffa a Gerusalemme.

Anche a Gerusalemme è arrivata la mostra Sulla via di Damasco. L'inizio di una vita nuova. L'inaugurazione è avvenuta nel pomeriggio di ieri al Christian Information Center, alla presenza dei curatori, i biblisti francescani Giorgio Vigna e Frédéric Manns e di padre Pierbattista Pizzaballa, Custode di Terra Santa. I testi sui pannelli sono disponibili in quattro lingue: italiano, inglese, arabo ed ebraico. A giugno la mostra, curata da Itaca Eventi, verrà allestita al Peace Center di Betlemme e successivamente a Nazaret, presso la basilica dell'Annunciazione.


Anche a Gerusalemme è arrivata la mostra Sulla via di Damasco. L’inizio di una vita nuova. L’inaugurazione nel pomeriggio di ieri al Christian Information Center alla presenza dei curatori, i biblisti francescani Giorgio Vigna e Frédéric Manns e di padre Pierbattista Pizzaballa, Custode di Terra Santa. Quest’ultimo ha espresso il suo entusiasmo per questa iniziativa: «È progetto importante – ha detto – anche per i nostri fratelli ebrei, che spesso hanno una visione di san Paolo distorta da filtri interpretativi». Durante il periodo della Pasqua ebraica, che quest’anno cade il 9 aprile, oltre 100 mila ebrei passeranno dalla Porta di Jaffa, incontrando sulla loro strada la locandina della mostra.

I pannelli sono tradotti in quattro lingue: italiano, inglese, arabo ed ebraico. «Vogliamo rivolgerci – ha proseguito padre Pizzaballa – alle persone di questa terra che parlano queste lingue, in modo da far conoscere la nostra lettura di Paolo a queste popolazioni».

A giugno la mostra, curata da Itaca Eventi, verrà allestita al Peace Center di Betlemme e successivamente a Nazaret, presso la basilica dell’Annunciazione.

L’evento rientra nell’ambito di manifestazioni ideate dal Servizio nazionale per il progetto culturale della Conferenza episcopale italiana in occasione dell’Anno Paolino per far conoscere la vita e l’insegnamento dell’Apostolo delle genti. Ha carattere itinerante: ha già fatto tappa a Roma, Milano, Bari, Bergamo, e presto arriverà anche a Lima, in Perù, a Santiago del Cile e a Mosca. A Gerusalemme, dove terrà aperti i battenti fino al 31 maggio, è stata organizzata dall’Associazione di Terra Santa, organizzazione non governativa che fa capo alla Custodia.

Il percorso si snoda attraverso due fasi. La prima ha carattere prettamente storico, illustrando i luoghi della vita e delle predicazioni di san Paolo; la seconda ha una dimensione più teologica, ed è composta da una selezione di testi, soprattutto tratti dalle Lettere, che spiegano i punti salienti del pensiero paolino.

All’inaugurazione erano presenti anche alcuni rappresentanti del Comune di Brescia, che ha sponsorizzato l’evento insieme a Brevivet, tour operator specializzato in turismo a carattere religioso.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Holy Land. Archaeology on Either Side

Holy Land. Archaeology on Either Side

Archaeological Essays in Honour of Eugenio Alliata ofm
Almanacco filosofico

Almanacco filosofico

Pagine per un anno dai più grandi pensatori d'ogni tempo e latitudine
I cuccioli dell’ISIS
Stefano Luca

I cuccioli dell’ISIS

L'ultima degenerazione dei bambini soldato
Charles de Foucauld
Silvano Zoccarato

Charles de Foucauld

Il mio santo in cammino