Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Cipro in lutto per l’arcivescovo Chrysostomos II

Terrasanta.net
11 novembre 2022
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Cipro in lutto per l’arcivescovo Chrysostomos II
L'arcivescovo Chrysostomos II con papa Francesco nella cattedrale di San Barnaba a Nicosia il 3 dicembre 2021. (foto PIO/Cyprus)

Il capo della Chiesa ortodossa della terza isola del Mediterraneo è scomparso il 7 novembre scorso a 81 anni d'età. Per presiedere i funerali giunge a Nicosia il patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo.


(g.s.) – Presieduti dal patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo, si svolgono a mezzogiorno di domani, 12 novembre, a Nicosia i funerali dell’arcivescovo greco-ortodosso di Cipro Chrysostomos II, defunto il 7 novembre, a 81 anni d’età, dopo una lunga lotta contro un cancro all’intestino.

Chrysostomos II fu eletto primate della Chiesa ortodossa autocefala di Cipro nel 2006, dopo essere stato – dal 1978 – metropolita di Paphos. Proprio in quella veste nel 1987 concesse alla piccola comunità cattolica della città (e in seguito agli anglicani) di utilizzare per le liturgie della parrocchia l’antica chiesa romanica di Agia Kyriaki Chrysopolitissa, che sorge al centro di un’area archeologica ove si conserva anche la memoria della contrastata predicazione dell’apostolo Paolo sull’isola.

Nato nel 1941 in una semplice famiglia di lavoratori, Herodotous Demetriou – che da religioso assumerà il nome di Chrysostomos  – rimase da ragazzo orfano di padre, morto per un incidente sul lavoro avvenuto in un cantiere edile. Ancora 12enne entrò nel monastero di Ayios Neophytos, di cui anni più tardi divenne anche abate.

L’arcivescovo Chrysostomos è stato un tenace sostenitore della causa di Cipro e non perdeva occasione per esecrare l’occupazione di un terzo del territorio nazionale da parte delle truppe turche nel 1974, che ha causato anche gravi perdite per le chiese, i monasteri e il patrimonio artistico cristiano nel nord dell’isola.

Pragmatico e franco su molti temi del dibattito nazionale, Chrysostomos si è speso per una migliore formazione del clero e per rinsaldare le finanze ecclesiastiche e le opere caritative. Ha intrattenuto buoni rapporti con la Santa Sede e accolto a Cipro papa Benedetto XVI nel 2010 e papa Francesco nel 2021.

Bergoglio ha espresso il suo cordoglio al termine dell’udienza generale del 9 novembre in piazza San Pietro con queste parole: «Il mio pensiero va ora al popolo cipriota, in lutto nazionale per la scomparsa di Sua Beatitudine Chrysostomos II. È stato pastore lungimirante, uomo di dialogo e amante della pace, che ha cercato di promuovere la riconciliazione fra le differenti comunità del Paese. Ricordo con affetto grato gli incontri fraterni che abbiamo condiviso a Cipro, durante la mia visita dell’anno scorso. Preghiamo per il riposo eterno della sua anima».

Da Gerusalemme sono giunte le condoglianze e la partecipazione al lutto del patriarca latino Pierbattista Pizzaballa, a nome dell’intera diocesi.

L’elezione del successore dello scomparso arcivescovo da parte del Santo Sinodo della Chiesa di Cipro dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno, secondo i media ciprioti.


Abbonati anche tu alla rivista Terrasanta

il bimestrale fondato dalla Custodia di Terra Santa, a Gerusalemme, nel 1921
68 pagine a colori dense di servizi e approfondimenti su culture, religioni, attualità, archeologia del Medio Oriente e delle terre bibliche.

Da più di 100 anni un punto di riferimento. Ogni due mesi nelle case dei lettori.

Le modalità di abbonamento
RICETTE D’ORIENTE – Le religioni a tavola
Anna Maria Foli

RICETTE D’ORIENTE – Le religioni a tavola

Le religioni a tavola
L’amaro l’offrite voi?
Bernardo De Luca

L’amaro l’offrite voi?

Avventori e avventure di un ristoratore romano a Roma
Il Presepe nell’arte – II edizione
Rosa Giorgi

Il Presepe nell’arte – II edizione

Viaggio nell’iconografia della Natività