Terrasanta.net | Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

La preparazione per lo Yom Kippur

Terrasanta.net
29 Settembre 2017
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
La preparazione per lo Yom Kippur
Un ebreo si prepara per il rito del Kapparot a Beit Shemesh, una città a pochi chilometri da Gerusalemme. (foto Yaakov Lederman/Flash90)

Un ebreo ultraortodosso si prepara per il rituale del Kapparot, alla vigilia dello Yom Kippur, la festività ebraica che quest’anno si celebra tra oggi e domani.

Lo Yom Kippur, o Giorno dell’Espiazione, è considerata una delle festività più sacre dell’anno ebraico e cade il decimo giorno del primo mese dell’anno. Alla vigilia di questa ricorrenza viene effettuato il rituale del Kapparot (espiazione) attraverso il quale i peccati di un uomo vengono trasferiti a un oggetto, che viene poi donato a una famiglia bisognosa. Tradizionalmente l’oggetto scelto è un gallo per gli uomini o una gallina per le donne. Il Kapparot prevede che un ebreo reciti alcuni brani biblici e poi faccia roteare il gallo ancora vivo sopra la testa per tre volte, recitando una breve preghiera di pentimento. In seguito al rituale, l’animale viene macellato secondo le norme della Shechitah, donato ai bisognosi e consumato per la cena della vigilia dello Yom Kippur.

Preferivo le cipolle
Giorgio Bernardelli

Preferivo le cipolle

Dieci obiezioni (da sfatare) a un viaggio in Terra Santa
Terra Santa in tasca
Elena Bolognesi

Terra Santa in tasca

Israele e Palestina
Chiara
Nazareno Fabbretti

Chiara

Infedeli
Bartolomeo Pirone

Infedeli

I cristiani sotto il dominio dell’islam, da Maometto al XX secolo