Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.

Ad Aleppo è un Natale di speranza

Terrasanta.net
23 dicembre 2016
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Ad Aleppo è un Natale di speranza
Fra Ibrahim Alsabagh.

In queste ore ad Aleppo molti tirano un sospiro di sollievo. Ce lo racconta fra Ibrahim Alsabagh, francescano e parroco dei cattolici di rito latino. Molte campane suonano a festa, facendo eco ai minareti.


(g.s.) – C’è sollievo in queste ore ad Aleppo. Dalla Siria ci scrive fra Ibrahim Alsabagh, francescano e parroco dei cattolici di rito latino. Le sue parole descrivono la fine di un incubo.

«Dopo lunghe trattative fra l’esercito e le milizie armate – racconta il frate –, i gruppi militari hanno consegnato le armi e sono usciti dalla parte est della città. Allora, l’esercito ha annunciato la di considerare Aleppo città sicura. Non appena è arrivata la notizia, tutte le moschee hanno alzato la voce e tutte le chiese di Aleppo, quelle che ancora hanno un campanile, hanno suonato a lungo le campane. Un sogno si è realizzato…».

Fra Ibrahim non trattiene l’entusiasmo: «Due giorni prima della nascita del Re di pace tutta la gente è in festa. Non avremmo mai potuto immaginare un regalo più bello. Solo Dio poteva realizzarlo… Abbiamo chiesto a Lui questo dono ed Egli ci ha esaudito. È un frutto della preghiera dei bambini per la pace…».

L’annuncio delle forze armate siriane è di ieri. Anche il Comitato internazionale della Croce Rossa comunica che tutti i quartieri orientali della città sono stati sgombrati dai combattenti e da migliaia di civili che hanno sfollato verso la provincia di Idlib: secondo stime di funzionari Onu si parla di 34 mila persone.

La parrocchia dei francescani ad Aleppo si trova nella zona della città sempre rimasta sotto il controllo delle truppe regolari.

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai al sito dell'Ufficio pellegrinaggi
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
Il libro delle risposte della fede
MichaelDavide Semeraro

Il libro delle risposte della fede

Domande scomode a Dio e alla Chiesa
Il Santo e il Sultano

Il Santo e il Sultano

Damietta, l’attualità di un incontro