Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Video – Il Custode di Terra Santa sul rapimento di fra Jallouf

Franciscan Media Center
8 ottobre 2014
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

«Noi speriamo sempre in bene. Il cristiano deve sempre sperare. Con sano realismo cristiano, siamo pronti a tutto». Sono parole di fra Pierbattista Pizzaballa, dopo il rapimento di fra Hanna Jallouf (nella foto), francescano della Custodia di Terra Santa, e di altri venti cristiani del villaggio di Knayeh, nel nord della Siria. La situazione si stava deteriorando da giorni e fra Hanna ne era ben consapevole.


«Noi speriamo sempre in bene. Il cristiano deve sempre sperare. Con sano realismo cristiano, siamo pronti a tutto». Sono parole di fra Pierbattista Pizzaballa, dopo il rapimento di fra Hanna Jallouf (nella foto), francescano della Custodia di Terra Santa, e di altri venti cristiani del villaggio di Knayeh, nel nord della Siria. La situazione si stava deteriorando da giorni e fra Hanna ne era ben consapevole.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Guida letteraria di montagna
Anna Maria Foli

Guida letteraria di montagna

Pagine di altura dai più grandi scrittori d'ogni tempo e latitudine
Vita di Saulo
Frédéric Manns

Vita di Saulo

Parole d’amore
Rabindranath Tagore

Parole d’amore

Il geroglifico elementare
Alberto Elli

Il geroglifico elementare

Storia, mistero e fascino della madre di tutte le scritture