Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Video – Il Custode di Terra Santa sul rapimento di fra Jallouf

Franciscan Media Center
8 ottobre 2014
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

«Noi speriamo sempre in bene. Il cristiano deve sempre sperare. Con sano realismo cristiano, siamo pronti a tutto». Sono parole di fra Pierbattista Pizzaballa, dopo il rapimento di fra Hanna Jallouf (nella foto), francescano della Custodia di Terra Santa, e di altri venti cristiani del villaggio di Knayeh, nel nord della Siria. La situazione si stava deteriorando da giorni e fra Hanna ne era ben consapevole.


«Noi speriamo sempre in bene. Il cristiano deve sempre sperare. Con sano realismo cristiano, siamo pronti a tutto». Sono parole di fra Pierbattista Pizzaballa, dopo il rapimento di fra Hanna Jallouf (nella foto), francescano della Custodia di Terra Santa, e di altri venti cristiani del villaggio di Knayeh, nel nord della Siria. La situazione si stava deteriorando da giorni e fra Hanna ne era ben consapevole.

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Breve storia di Israele
Vincenzo Lopasso

Breve storia di Israele

Da Abramo alle origini della diaspora
Collectanea 57 (2024)

Collectanea 57 (2024)

Studia-documenta