Terrasanta.net | Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Libia, cristiani sotto tiro

Terrasanta.net
4 marzo 2013
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Cresce in modo preoccupante la pressione contro i cristiani in Libia. Un quotidiano egiziano racconta che giovedì 28 febbraio un uomo armato ha attaccato una chiesa copto-ortodossa a Bengasi, assaltando due preti. L’agenzia Fides riferisce invece di un’aggressione a un sacerdote cattolico a Tripoli, da parte di membri di una milizia armata.


(Milano/c.g.) – Cresce in modo preoccupante la pressione contro i cristiani in Libia. Il quotidiano egiziano Egypt Independent racconta che giovedì 28 febbraio un uomo armato ha attaccato una chiesa copto-ortodossa nella città orientale di Bengasi, assaltando due preti. L’agenzia Fides riferisce invece di un’aggressione a un sacerdote cattolico a Tripoli, da parte di membri di una milizia armata.

Il ministero degli Esteri libico , da parte sua, ha «condannato con forza l’attacco contro la chiesa copta e i due sacerdoti», esprimendo grande preoccupazione, poiché un atto del genere è contrario alle leggi dell’Islam e lede i diritti umani. D’altra parte, solo il giorno dopo il quotidiano copto Al Watani ha dato la notizia dell’arresto, sempre a Bengasi, di un grande numero di copti – stimati tra i 50 e i 102- lavoratori egiziani residenti in Libia, imprigionati con l’accusa di «diffondere il cristianesimo». Secondo le autorità libiche sarebbero stati in possesso di bibbie, libri cristiani e immagini sacre. Al momento dell’arresto, l’arcivescovo copto ortodosso di Beheria, Matrouh e Pentapolis, anba Pacomio, si trovava in Etiopia per seguire l’intronizzazione del nuovo patriarca della Chiesa ortodossa etiope (abuna Mathias, 78 anni, già arcivescovo a Gerusalemme, eletto il 28 febbraio) e si è subito messo in contatto con l’ambasciatore egiziano a Tripoli e il console a Bengasi.

Naguib Gabrail, avvocato copto e attivista dei diritti umani, ha dichiarato che l’arresto di un così gran numero di copti con il pretesto della «diffusione del cristianesimo» è un grave precedente che viola i diritti umani e potrebbe causare la mobilitazione della comunità internazionale.

Pressioni e violenze contro i cristiani in Libia sono aumentate negli ultimi mesi: «Non passa giorno senza che almeno una tomba non sia vandalizzata», ha raccontato in un’intervista ad Al Arabiya, a metà febbraio, Bruno Dalmasso, guardiano del cimitero italiano di Tripoli. «Ossa umane – continua – sono state tolte dalle loro tombe e sparpagliate nel cimitero. Le autorità sono venute e hanno fotografato, promettendo di prendere provvedimenti. Ma non è stato fatto nulla».

A dicembre una bomba contro una chiesa ha ucciso due persone nella città costiera di Dafniya. Nella chiesa cattolica di San Francesco a Tripoli, nonostante la paura, dozzine di persone – soprattutto stranieri di nazionalità indiana, delle Filippine e di diversi Paesi africani – partecipano alla messa ogni settimana. «Non ci sono misure di sicurezza davanti alla chiesa e chiunque può muoversi liberamente – osserva padre Dominique Rezeau –. In Cirenaica la pressione è aumentata, alcune congregazioni di suore sono state costrette ad andarsene. I cristiani al tempo di Gheddafi in Libia potevano forse essere 100 mila; oggi non sono più di poche migliaia».

Il vicario apostolico di Tripoli, il vescovo Giovanni Innocenzo Martinelli, ha spiegato che le suore della congregazione della Sacra Famiglia di Spoleto e le Suore francescane di Gesù Bambino hanno dovuto, nei mesi scorsi, abbandonare Bengasi dopo le «pressioni subite da parte dei fondamentalisti islamici».

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai al sito dell'Ufficio pellegrinaggi
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
In nome dell’amore
Simone Weil

In nome dell’amore

Investigazioni spirituali su Gesù di Nazaret
«Mangia il pane con gioia, bevi il vino con allegria»

«Mangia il pane con gioia, bevi il vino con allegria»

Letture di testi sacri per vivere insieme
Atti degli apostoli: analisi sintattica
Lesław Daniel Chrupcała

Atti degli apostoli: analisi sintattica

Calendario di Terra Santa 2020 (da tavolo)

Calendario di Terra Santa 2020 (da tavolo)

Gregoriano, giuliano, copto, etiopico, armeno, islamico, ebraico