Terrasanta.net | Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Gerusalemme come non l’avete mai vista

Terrasanta.net
26 giugno 2012
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Gerusalemme come non l’avete mai vista
Veduta aerea di Gerusalemme vecchia con la Cupola della Roccia e il Muro occidentale.

Un cineasta di Hollywood sta producendo quella che promette di essere una spettacolare visita cinematografica a Gerusalemme e alla Terra Santa, filmate in 3D. La pellicola sarà distribuita nelle sale di tutto il mondo nel corso del 2013. L'intento è di consentire a chiunque di scoprire qualcosa di nuovo e di emozionante sul crocevia dei monoteismi.


(Milano/e.p.) – Un cineasta di Hollywood sta producendo quella che promette di essere una spettacolare visita cinematografica a Gerusalemme e alla Terra Santa, filmate in 3D.

La pellicola, intitolata Imax Jerusalem 3D, sarà distribuita nelle sale di tutto il mondo nel corso del 2013. Conterrà riprese aeree di Israele e della Cisgiordania, vedute dei Luoghi santi e scorci di Gerusalemme poco conosciuti.

Il produttore esecutivo è Jake Eberts, che nel suo carniere ha titoli di successo come La città della gioia, Ballando coi lupi, Il nome della rosa, A spasso con Daisy… Lo ha assistito una squadra di altri produttori che, a loro volta, hanno al loro attivo documentari pionieristici.

I cineasti, del gruppo Arcane/Cosmic Pictures, spiegano di aver voluto accostare «questo crocevia del mondo» in maniera inclusiva, superando gli steccati politici, religiosi o accademici, nella speranza che gli spettatori «siano spinti a riconsiderare i loro punti di vista su questa parte vitale del mondo».

«Il nostro intento – soggiungono – è di consentire a chiunque, tanto agli esperti quanto ai profani, di scoprire qualcosa di nuovo e di emozionante riguardo a Gerusalemme»

La troupe, che ha ultimato le riprese nell’aprile scorso, ha avuto la rara opportunità di filmare all’interno della moschea di Al-Aqsa e di ottenere 100 minuti di riprese aeree. I cieli sopra Gerusalemme sono una no fly zone e i permessi di sorvolo a bassa quota non sono stati rilasciati per molti anni, perciò per portare a casa il risultato sono stati necessari mesi di negoziazioni con vari ministeri, apparati di sicurezza di polizia ed esercito, responsabili delle varie comunità religiose.

Per catturare «l’energia e la bellezza» di Gerusalemme in 3D, molte scene sono state realizzate utilizzando la steadicam, un’apparecchiatura di ripresa che ha consentito di ottenere immagini straordinarie della città vecchia, come se il cameraman potesse percorrerne le vie librandosi nell’aria.

Ideato alla fine degli anni Sessanta da un gruppo di cineasti canadesi, il formato Imax gode ancora oggi di buona fama. Per offrire al pubblico la sensazione di sentirsi avvolto dalla scena a cui assiste, Imax fa ricorso a una particolare geometria della sala, schermi giganti, immagini ad altissima rdefinizione, proiettori tra i più avanzati, impianti audio a sei canali.

Clicca qui per un promo del film (in lingua inglese)

 

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai al sito dell'Ufficio pellegrinaggi
Una nuova strada
Cristiana Dobner

Una nuova strada

Carlo Maria Martini, gli Esercizi e la Parola
Grecia

Grecia

Luoghi cristiani e itinerari paolini
Il libro della vita
Alberto Mello

Il libro della vita

Leggere i Salmi
Preferivo le cipolle
Giorgio Bernardelli

Preferivo le cipolle

Dieci obiezioni (da sfatare) a un viaggio in Terra Santa