Terrasanta.net | Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Emergenza Siria. Appello del Custode di Terra Santa

Terrasanta.net
15 febbraio 2012
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Emergenza Siria. Appello del Custode di Terra Santa
Il Custode di Terra Santa, fra Pierbattista Pizzaballa.

Con un appello diffuso oggi e firmato dal padre Custode, fra Pierbattista Pizzaballa, l’ong Ats–Pro Terra Sancta tende la mano a tutti gli amici e alle persone sensibili al lavoro dei frati minori della Custodia e alla vita delle comunità cristiane del Medio Oriente. Aiutiamo i francescani a servizio della popolazione siriana!


(Gerusalemme) – Con un appello diffuso oggi e firmato dal padre Custode, fra Pierbattista Pizzaballa, l’ong Ats – Pro Terra Sancta tende la mano a tutti gli amici e alle persone sensibili al lavoro dei frati minori della Custodia e alla vita delle comunità cristiane del Medio Oriente. Aiutiamo i francescani a servire la popolazione siriana in questo difficile momento storico!

In Siria i frati minori della Custodia di Terra Santa sono presenti in diverse zone del Paese: a Damasco, ad Aleppo, a Lattakiah e in alcuni villaggi della valle dell’Oronte.

Scrive il Custode: «In questi mesi di grande tensione, quando la Siria è dilaniata da scontri interni e il conflitto sembra assumere, sempre più, le caratteristiche di guerra civile, i francescani, insieme a pochi altri esponenti della Chiesa latina, sono impegnati a sostenere i bisogni della popolazione cristiana locale.  I dispensari medici dei conventi francescani, secondo la tradizione della Custodia, diventano luogo di rifugio e accoglienza per tutti, senza alcuna differenza fra etnie di Alawiti, Sunniti, Cristiani o ribelli e governativi».

Fra Pizzaballa descrive gli effetti dell’attuale momento «di totale confusione e smarrimento»: molte aziende hanno chiuso i battenti; i turisti sono scomparsi; i produttori agricoli sono in grave difficoltà; l’embargo internazionale blocca le esportazioni; le fasce più deboli della popolazione pagano il prezzo più alto; l’approvvigionamento di acqua ed energia non è sempre assicurato.

«Stare con la gente; accogliere e assistere chi si trova nel bisogno, senza distinzione di razza, religione e nazionalità; garantire, con fiduciosa presenza, il servizio religioso ai fedeli perché comprendano l’importanza di restare nel proprio Paese. Questo rimane il senso della missione francescana – riflette fra Pizzaballa –. In tempi non così dissimili da quelli in cui san Francesco d’Assisi si rivolgeva ai frati esortandoli a mantenere saldi i valori del Vangelo».

Infine la richiesta d’aiuto «per sostenere, con un gesto concreto, i numerosi cristiani siriani e le opere di carità della Custodia di Terra Santa. Gli aiuti raccolti saranno consegnati, tempestivamente, ai frati residenti in Siria, che provvederanno ad utilizzarli in maniera oculata e attenta».

Tutti i dettagli tecnici per aderire all’appello nel sito web di Ats-Pro Terra Sancta o nel volantino in formato pdf.

 

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai al sito dell'Ufficio pellegrinaggi
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
Una nuova strada
Cristiana Dobner

Una nuova strada

Carlo Maria Martini, gli Esercizi e la Parola
Grecia

Grecia

Luoghi cristiani e itinerari paolini
Il libro della vita
Alberto Mello

Il libro della vita

Leggere i Salmi
Preferivo le cipolle
Giorgio Bernardelli

Preferivo le cipolle

Dieci obiezioni (da sfatare) a un viaggio in Terra Santa