Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.

Il caso Zolli. Serenamente

Terrasanta.net
25 settembre 2006
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Il caso Zolli. Serenamente

Israel Zolli divise gli animi dell'Italia che usciva dalla seconda guerra mondiale, quando, da rabbino capo di Roma, prese la decisione di convertirsi al cattolicesimo, prendendo il nome di Eugenio. Rigano ne ripercorre oggi la biografia con distacco e rigore.


(g.s.) – Israel Zoller, illustre semitista, nacque nel 1881 in Galizia, nell’attuale Polonia.

Ebreo di stirpe, fu rabbino capo di Roma dal 1939 al 1945, dopo esserlo già stato a Trieste e aver insegnato letteratura ebraica all’università di Padova. Già all’arrivo in Italia il cognome era stato trasformato in Zolli. Nel ’45 mutò anche il nome, che divenne Eugenio all’atto in cui il rabbino – convertitosi al cattolicesimo – ricevette il battesimo.

Proprio per questa sua scelta, Zolli divenne una pietra d’inciampo nei rapporti tra ebrei e cattolici in Italia. I primi lo consideravano un rinnegato, i secondi si avvalevano della sua testimonianza per difendere la memoria di Pio XII, accusato di essere stato in silenzio davanti all’Olocausto.

Il libro di Gabriele Rigano, docente di Storia dell’Europa contemporanea all’Università per stranieri di Perugia, intende proporre una rigorosa ricostruzione biografica inserita nell’orizzonte degli eventi dell’ebraismo italiano e basata su documenti inediti.

È giunto il tempo ormai, sostiene l’autore, di affrontare il «caso Zolli» con l’attitudine degli storici e liberi da ogni pregiudizio e risentimento.

Nell’Appendice all’opera spiace l’assenza di un’opportuna cronologia biografica.

Gabriele Rigano
Il caso Zolli
L’itinerario di un intellettuale in bilico tra fedi, culture e nazioni
Guerini e associati, Milano 2006
pp. 447 – 29,50 euro

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai al sito dell'Ufficio pellegrinaggi
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
Il libro delle risposte della fede
MichaelDavide Semeraro

Il libro delle risposte della fede

Domande scomode a Dio e alla Chiesa
Il Santo e il Sultano

Il Santo e il Sultano

Damietta, l’attualità di un incontro