Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

La città santa tra le stelle

22/06/2006  |  Gerusalemme
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Due astronomi della Repubblica Ceca hanno identificato un nuovo piccolo pianeta e l'hanno chiamato Gerusalemme. Un omaggio alla città santa, che è faro di luce per ebraismo, cristianesimo e islam.


Gerusalemme è una stella che brilla nel cielo. Si chiama Jerusalem 2000 YR11 un nuovo corpo celeste identificato per la prima volta nel 2000 ed ora classificato dagli scienziati dell’International Astronomical Union con il nome della città santa. Il piccolo pianeta, del diametro stimato tra i 3 e i 6 chilometri, si trova nella fascia celeste tra Marte e Giove. Autori della scoperta sono Michal Kocer e sua moglie Martina, due astronomi che lavorano a Klet nella Repubblica Ceca.

In una lettera al sindaco di Gerusalemme Uri Lupolianski hanno dato notizia della scoperta e della motivazione della scelta: «Un omaggio alla città della pace», riferendosi a una delle etimologie del nome Gerusalemme. «La luce di questa stella non impallidirà, così come il fulgore della nostra città, che continua a splendere da migliaia di anni», ha risposto il primo cittadino.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Educare nel tempo della complessità
Mara Borsi

Educare nel tempo della complessità

Paradigmi pedagogici della storia e della contemporaneità
Giornate di archeologia

Giornate di archeologia

Arte e storia del Vicino e Medio Oriente. Atti della VI edizione
Il giardino incantato
Carlo Grande

Il giardino incantato

Un viaggio dell’anima dalle Alpi occidentali alle colline delle Langhe e del Monferrato
Giovanni

Giovanni

Nuova traduzione ecumenica commentata