Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Le logiche inconsuete del Santo Sepolcro

Christian Media Center
28 agosto 2020
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

La basilica del Santo Sepolcro, a Gerusalemme, è un mondo a parte governato dallo Status Quo, il rigido sistema di norme non scritte che dal 1852 regola proprietà, spazi e tempi per le comunità cristiane presenti nel santuario...


Queste norme riguardano anche i numerosi oggetti che stanno in chiesa: alcuni non possono essere spostati di un centimetro, altri si muovono secondo una logica strana agli occhi degli osservatori esterni. È il caso di una scala a pioli in alluminio che a un certo punto dell’anno fa la sua comparsa vicino alla Pietra dell’unzione e resta lì per giorni, apparentemente dimenticata. Il sacrestano francescano della basilica, fra Sinisa Srebenovic, ci racconta come mai.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Educare nel tempo della complessità
Mara Borsi

Educare nel tempo della complessità

Paradigmi pedagogici della storia e della contemporaneità
Giornate di archeologia

Giornate di archeologia

Arte e storia del Vicino e Medio Oriente. Atti della VI edizione
Il giardino incantato
Carlo Grande

Il giardino incantato

Un viaggio dell’anima dalle Alpi occidentali alle colline delle Langhe e del Monferrato
Giovanni

Giovanni

Nuova traduzione ecumenica commentata