Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Presentazione il 24 novembre 2017 a Roma, in via Matteo Boiardo 16. Alle ore 17.30.

Charles de Foucauld, vita e spiritualità

24/11/2017  |  Roma
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Nella cornice degli “Incontri a Villa Massimo” la Fondazione Terra Santa propone la presentazione del libro:

 

Charles de Foucauld
Vita e spiritualità

(Edizioni Terra Santa, 2017)

Venerdì 24 novembre alle 17.30
presso la Delegazione della Custodia di Terra Santa
a Villa Giustiniani Massimo
in via Matteo Boiardo, 16Roma

 

Introduce: 

fra Giuseppe Ferrari ofm, delegato del padre Custode per l’Italia e presidente della Fondazione Terra Santa

Intervengono:

• Oswaldo Curuchich, Piccolo fratello di Jesus Caritas, autore dell’opera

• don Gabriele Faraghini, Piccolo fratello di Jesus Caritas, rettore del Pontificio seminario romano maggiore

 

***

 

Fratel Charles de Foucauld è tra le personalità più note del cattolicesimo (europeo) contemporaneo. La letteratura su di lui (ucciso nel 2016 e beatificato nel 2005) è sconfinata. Ma ancora non esisteva un libro di taglio divulgativo chre presentasse in modo diretto la vita e alcuni degli aspetti più rilevanti della spiritualità di frère Charles di Gesù. Una lacuna colmata da queste pagine.

 

Incontro pubblico con ingresso libero

Per raggiungere via Boiardo con i mezzi pubblici: fermata Manzoni della linea A della metropolitana.

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Preti verdi
Mario Lancisi

Preti verdi

L'Italia dei veleni e i sacerdoti-simbolo della battaglia ambientalista
Dizionario Bergoglio
Francesc Torralba

Dizionario Bergoglio

Le parole chiave di un pontificato
La trappola del virus
Camillo Ripamonti, Chiara Tintori

La trappola del virus

Diritti, emarginazione e migranti ai tempi della pandemia
Nel mistero del dolore
Andrea Stefani

Nel mistero del dolore

Diario di un cappellano al Policlinico Gemelli