Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.

Al Patriarcato latino di Gerusalemme Nahra succede a Neuhaus

Terrasanta.net
6 settembre 2017
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Al Patriarcato latino di Gerusalemme Nahra succede a Neuhaus
In Francia padre Nahra è stato spesso ospite in qualità di esperto del canale televisivo cattolico KTO.

Nel giro di pochi giorni l’amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme ha nominato padre Rafic Nahra responsabile della pastorale dei migranti e del vicariato per i fedeli ebreofoni.


(g.s.) – L’amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme, mons. Pierbattista Pizzaballa, ha nominato padre Rafic Nahra (58 anni) a succedere a padre David Neuhaus come coordinatore del Servizio pastorale per i richiedenti asilo e i migranti. Il sacerdote, arabo d’origini ma incardinato nel clero diocesano di Parigi, assume anche, ad interim, la responsabilità di vicario patriarcale per i cattolici di espressione ebraica.

Padre Nahra è nato il 27 gennaio 1959 a Ismailiya in Egitto da una famiglia libanese. A vent’anni si è trasferito in Francia per conseguire la laurea in ingegneria, ottenuta la quale ha lavorato come ingegnere per un biennio. Nel 1987 ha fatto ingresso nel seminario diocesano della capitale francese ma per gli studi di teologia viene inviato a Roma presso la Gregoriana (e successivamente al Biblico). Viene ordinato prete nel 1992 e mandato a Gerusalemme, un anno dopo, per approfondire lo studio delle Sacre Scritture.

A Parigi, negli anni successivi, ricopre vari incarichi pastorali e accademici. Insegna tra l’altro al Collège des Bernardins. Nel 2004 torna nuovamente in Terra Santa per conseguire il dottorato in pensiero ebraico presso l’Università ebraica di Gerusalemme.

È in questo periodo che si impegna come sacerdote nel vicariato di San Giacomo per i cattolici di lingua ebraica, collaborando con padre Neuhaus, dimessosi dall’incarico a metà agosto.

Padre Rafic parla cinque lingue: arabo, ebraico, francese, inglese e italiano.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
La città della speranza
Lesław Daniel Chrupcała

La città della speranza

Incontrare Gerusalemme
Una forma di vita secondo il Vangelo
Francesco Patton

Una forma di vita secondo il Vangelo

Schede di riflessione sulla Regola bollata per la formazione permanente in fraternità
L’ebreo di Nazaret
Frédéric Manns

L’ebreo di Nazaret

Indagine sulle radici del cristianesimo