Terrasanta.net | Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Ramadan, tempo di pellegrinaggio

Terrasanta.net
9 giugno 2017
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
<i>Ramadan</i>, tempo di pellegrinaggio
6 giugno 2017: famiglie palestinesi sulla Spianata delle moschee a Gerusalemme durante il Ramadan. (foto Afif H. Amireh/Flash90)

(g.s.) – I musulmani stanno celebrando il mese santo del Ramadan – il nono del calendario islamico – dedicato al digiuno e alla purificazione, facendo memoria del momento in cui il Corano fu ispirato al profeta Muhammad (Maometto). In queste settimane i palestinesi moltiplicano i pellegrinaggi alla Spianata delle Moschee, che sovrasta il centro storico di Gerusalemme e attira gli sguardi con l’aurea Cupola della Roccia. Il venerdì, giorno della settimana dedicato al riposo e alla preghiera, è il momento del massimo afflusso. C’è anche chi si ferma fino a sera, per rompere il digiuno prescritto nelle ore diurne in compagnia di amici e parenti.

In realtà non tutti possono liberamente accedere al recinto sacro. Per ragioni di sicurezza gli israeliani impediscono la salita alla spianata a tutti i maschi giovani, tra gli 11 e i 40 anni d’età. E in ogni caso per superare i posti di blocco e raggiungere la meta del pellegrinaggio i palestinesi devono ottenere prima un’autorizzazione dalle autorità israeliane. Per i cittadini della Striscia di Gaza tutto è più complicato: solo un numero limitato di persone (qualche centinaio) potrà superare i valichi controllati dai militari dello Stato ebraico e raggiungere Gerusalemme. Restano esclusi, riferiscono gli organi di informazione palestinesi, i maschi fino ai 55 anni.

Una nuova strada
Cristiana Dobner

Una nuova strada

Carlo Maria Martini, gli Esercizi e la Parola
Grecia

Grecia

Luoghi cristiani e itinerari paolini
Il libro della vita
Alberto Mello

Il libro della vita

Leggere i Salmi
Preferivo le cipolle
Giorgio Bernardelli

Preferivo le cipolle

Dieci obiezioni (da sfatare) a un viaggio in Terra Santa