Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Colpo di mortaio su un convento francescano a Damasco

Terrasanta.net
8 novembre 2016
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Nel pomeriggio di oggi, in Siria, un colpo di mortaio ha centrato la cupola della chiesa dei francescani a Bab Tuma, un quartiere di Damasco. Danni alla chiesa, ma non alle persone.


(g.c.) – Un colpo di mortaio ha centrato nel pomeriggio di oggi la cupola della chiesa dei francescani a Bab Tuma. Lo fa sapere fra Bahjat Karakach, guardiano del convento di San Paolo apostolo. A quanto riferito dal religioso, si sono registrati danni alla chiesa, ma fortunatamente non ci sono vittime.

La zona centrale di Damasco, dove si trova la storica chiesa francescana, è sotto il controllo del governo di Bashar al Assad, ma non è purtroppo immune dai lanci di mortaio che si levano dalle periferie controllate dalle fazioni che si riconoscono nello Stato islamico (Isis). In questi lunghi anni di guerra si sono registrate purtroppo molte vittime a causa dei tiri d’artiglieria anche nelle zone della città vecchia, più lontane dalla linea del fronte.

I francescani sono presenti in Siria dal 1239, con una lunga storia di testimonianza e di martirio. Tra il 1670 e il 1760 sono una decina i frati minori morti a Damasco nell’assistenza agli ammalati di peste, veri e propri martiri della carità. Nel 1926 la Chiesa ha elevato agli altari otto frati, di cui sette spagnoli, martirizzati a Damasco nel 1860 dagli ottomani. Quel gruppo di religiosi risiedeva proprio nel convento di Bab Tuma, nella città vecchia, allora sede di un centro di studi arabi nato per la preparazione dei missionari in Terra Santa. La chiesa del convento di Bab Tuma, dedicata a san Paolo (per i cristiani locali «il convento grande»), è ancora oggi sede della principale parrocchia latina di Damasco. Una seconda parrocchia, dedicata a sant’Antonio, sorge nel quartiere Salhieh, nella zona delle ambasciate e degli uffici nella Damasco nuova.

Oltre che al Memoriale di san Paolo e nelle due parrocchie francescane di Damasco, i francescani sono presenti ad Aleppo, con la parrocchia di Azizieh e la succursale di San Bonaventura (El Ram), duramente colpite dalla guerra.

I blog

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
La farmacia di Dio
Anna Maria Foli

La farmacia di Dio

Antichi rimedi per la salute, il buon umore, la bellezza e la longevità dalla tradizione monastica e francescana
La notte di Natale
Papa Francesco

La notte di Natale

Il buon augurio del presepe
Il volo di Nura
Paola Caridi

Il volo di Nura