Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.

Due rinvii a giudizio per il rogo di Tabgha

Terrasanta.net
29 luglio 2015
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Due rinvii a giudizio per il rogo di Tabgha
Da sinistra Yehuda Asraf e Ianun Reuveni davanti ai magistrati di Nazaret il 29 luglio 2015. (foto Basel Awidat/Flash90)

Due giovani israeliani - Ianun Reuveni (20 anni) e Yehuda Asraf (19 anni) - sono stati incriminati quest'oggi dalla magistratura di Nazaret per l’incendio del 18 giugno scorso al santuario della Moltiplicazione dei pani e dei pesci in riva al lago di Tiberiade. I due militano in un movimento di coloni estremisti. Gli inquirenti indagano ancora su altri tre arrestati.


(g.s.) – Un comunicato stampa diffuso dall’ambasciata di Israele presso la Santa Sede li definisce «seguaci di un’ideologia estremista». Parliamo di Ianun Reuveni (20 anni) e Yehuda Asraf (19 anni), due giovani cittadini israeliani che la magistratura di Nazaret ha quest’oggi formalmente accusato di essere autori dell’incendio notturno del 18 giugno scorso ai danni del santuario della Moltiplicazione dei pani e dei pesci, a Tabgha, in riva al lago di Tiberiade.

«Lo Stato di Israele – assicura l’ambasciata nella suo nota odierna – fa e continuerà a fare tutto il possibile per perseguire i colpevoli di atti vandalici ai luoghi Santi. Israele ha sempre deplorato queste azioni che sono in totale contrasto con i valori e le tradizioni di Israele. Israele è una democrazia che garantisce piena libertà religiosa a tutti i credenti». Un commento che evidenzia come lo Stato ebraico voglia scongiurare il rischio di spiacevoli paragoni con gli scempi – sempre a danno di chiese e luoghi di culto cristiani – che accadono nelle nazioni vicine del Medio Oriente, teatro delle scorribande di jihadisti ed estremisti musulmani.

Benché, per ora, si parli di due incriminati, secondo i giornali israeliani le persone arrestate fino ad oggi dalla polizia in relazione al rogo di Tabgha sarebbero cinque. Gli inquirenti stanno cercando di chiarire le responsabilità individuali, prima di formalizzare altre accuse.

Il Jerusalem Post riferisce che Ianun Reuveni e Yehuda Asraf militerebbero nel movimento di coloni ultranazionalisti denominato I giovani delle colline, che si caratterizza per un piglio spiccatamente anti-cristiano ed è attivo dal 2013.

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai al sito dell'Ufficio pellegrinaggi
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
Il libro delle risposte della fede
MichaelDavide Semeraro

Il libro delle risposte della fede

Domande scomode a Dio e alla Chiesa
Il Santo e il Sultano

Il Santo e il Sultano

Damietta, l’attualità di un incontro