Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Reuven Rivlin decimo presidente dello Stato di Israele

Terrasanta.net
11 giugno 2014
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Reuven Rivlin decimo presidente dello Stato di Israele
Reuven Rivlin alla Knesset nel giorno della sua elezione alla presidenza di Israele, il 10 giugno 2014. (foto: Yonatan Sindel/Flash90)

Ieri, martedì 10 giugno, i deputati della Knesset hanno eletto Reuven Rivlin presidente di Israele. È il decimo dalla fondazione dello Stato ebraico nel 1948 e ha avuto la meglio sugli altri quattro candidati alla successione di Shimon Peres. L'insediamento del nuovo presidente è previsto per il 24 luglio prossimo.


(g.s.) – Ieri, martedì 10 giugno, i deputati della Knesset hanno eletto Reuven Rivlin presidente di Israele. È il decimo dalla fondazione dello Stato ebraico nel 1948 e ha avuto la meglio sugli altri quattro candidati alla successione di Shimon Peres, che a sua volta aveva battuto Rivlin nel 2007.

Avvocato di formazione, Rivlin è nato a Gerusalemme il 9 settembre 1939. È un politico di lungo corso: entrato in Parlamento per la prima volta nel 1988, ha partecipato a sette legislature (dalla 12.ma alla 19.ma – attualmente in corso – eccettuata la 13.ma). Più volte è stato eletto alla presidenza della Knesset, ruolo nel quale si è fatto apprezzare dai colleghi come arbitro equanime e difensore della democrazia parlamentare.

Appartiene a un clan familiare tradizionalmente schierato con il partito Likud e stavolta era il candidato favorito per la presidenza. Benché qualcuno lo consideri «nemico giurato» del primo ministro Benjamin Netanyahu – per attriti più personali che politici – ha potuto comunque godere dell’appoggio del premier che milita nello stesso partito.

Teoricamente molti osservatori si aspettavano che fosse eletto al primo scrutinio. Invece non ha incassato tutti i voti dello schieramento di centro-destra, e ha dovuto andare al ballottaggio con il secondo contendente.

Solo uno dei 120 deputati della Knesset non era in aula. Rivlin è stato eletto con 63 voti, mentre lo sfidante centrista Meir Shitrit (del partito HaTnuah) ne ha totalizzati 53. Tre le schede bianche.

Rivlin è notoriamente contrario alla soluzione «due Stati per due popoli» e quindi alla creazione di uno Stato palestinese accanto a quello di Israele. Ciò rende improbabile che sulla scena internazionale possa giocare un ruolo diplomatico analogo a quello di Shimon Peres.

La cerimonia di insediamento del nuovo presidente israeliano è prevista per il 24 luglio. 

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
La notte di Natale
Papa Francesco

La notte di Natale

Il buon augurio del presepe
La città della speranza
Lesław Daniel Chrupcała

La città della speranza

Incontrare Gerusalemme