Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Un convegno il 15 novembre 2013 alle 18.00 a Milano, presso l'Auditorium San Fedele.

Paolo VI pellegrino in Terra Santa

15/11/2013  |  Milano
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

La Custodia di Terra Santa e l’Arcidiocesi di Milano – in collaborazione con l’Istituto Paolo VI, la Fondazione culturale San Fedele e la Fondazione Terra Santa – promuovono il convegno:

 

Paolo VI pellegrino in Terra Santa:
un evento storico per la Chiesa universale

il 15 novembre 2013 alle 18.00
presso l’Auditorium San Fedele
in via Hoepli 3/A, a Milano

 

L’evento viene promosso nel cinquantesimo anniversario del viaggio, che si svolse dal 4 al 6 gennaio 1964.

Intervengono:

 fra Dobromir Jasztal ofm, vicario della Custodia di Terra Santa – Saluto iniziale
• don Angelo Maffeis, presidente dell’Istituto Paolo VI, che parlerà sul tema: Paolo VI, da Milano al concilio Vaticano II
• Andrea Tornielli, vaticanista del quotidiano La Stampa, che svolgerà una relazione su: Il viaggio di Paolo VI in Terra Santa: evento ecclesiale, ecumenico e mediatico.
• S.E. il card. Angelo Scola, arcivescovo di Milano – Saluto finale

Nel corso della serata verrà proiettata una versione restaurata del documentario Ritorno alle sorgenti – Paolo VI in Terra Santa, prodotto nel 1964 dalla Custodia di Terra Santa.

Per informazioni:
tel. 02.345.92.679 – email: ufficiostampa@terrasanta.net

Fai conoscere l’iniziativa! Scarica la locandina in formato PDF cliccando qui.

 

Benediciamo il Signore

Benediciamo il Signore

Preghiere per la mensa
La cucina come una volta
Anna Maria Foli

La cucina come una volta

Storie, segreti e antiche ricette da monasteri e conventi
La didattica dell’IRC tra scuola e Istituti Superiori di Scienze Religiose

La didattica dell’IRC tra scuola e Istituti Superiori di Scienze Religiose

Verso nuovi modelli per la scuola delle competenze
Un nome e un futuro
Firas Lutfi

Un nome e un futuro

La risposta francescana al dramma siriano dei "bambini senza identità"