Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
A Vicenza l'8 giugno alle 19.00 presentano il libro "Chiese siriane del IV secolo"

Le Ets al Festival Biblico

08/06/2013  |  Vicenza
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Nell’ambito della Nona edizione del Festival Biblico di Vicenza (31 maggio-9 giugno) ha uno spazio particolare il progetto Linfa dell’Ulivo, un approfondimento sulle terre bibliche con la partecipazione di archeologi e studiosi di rilevanza internazionale, promosso dall’Ufficio Pellegrinaggi della diocesi di Vicenza.

Le Edizioni Terra Santa (Ets) saranno presenti con uno stand allestito presso la Basilica Palladiana durante i giorni della manifestazione (6-9 giugno, dalle 10.00 alle 20.00).

Inoltre, all’interno del programma del Festival Biblico, le Ets propongono l’incontro:

Chiese siriane del IV secolo
sabato 8 giugno, ore 19.00
salone degli Zavatteri – Basilica Palladiana

Presentazione del libro omonimo di R. Fernández e P. Castellana (Edizioni Terra Santa, 2013)

Il volume esce in occasione dell’anniversario dell’Editto di Milano del 313, con il quale l’imperatore Costantino sancì la libertà religiosa all’interno dell’impero. Gli Autori analizzano i cambiamenti che l’editto costantiniano suscitò nell’ideazione e realizzazione dei primi edifici di culto cristiani in Siria.

Partecipano:
• Massimo Pazzini, decano dello Studium Biblicum Franciscanum
• Danilo Mazzoleni, rettore del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana

Modera Giuseppe Caffulli, direttore delle Edizioni Terra Santa

Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Preti verdi
Mario Lancisi

Preti verdi

L'Italia dei veleni e i sacerdoti-simbolo della battaglia ambientalista
Dizionario Bergoglio
Francesc Torralba

Dizionario Bergoglio

Le parole chiave di un pontificato
Più forte della morte è l’amore
Francesco Patton

Più forte della morte è l’amore

Meditazioni e preghiere per la Settimana Santa
La trappola del virus
Camillo Ripamonti, Chiara Tintori

La trappola del virus

Diritti, emarginazione e migranti ai tempi della pandemia