Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

In Egitto le ultime fasi dell’iter per l’elezione del nuovo patriarca copto

Terrasanta.net
11 ottobre 2012
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
In Egitto le ultime fasi dell’iter per l’elezione del nuovo patriarca copto
Scorcio del monastero copto di Anba Bishoi, nel deserto egiziano. (foto S. Cavalli)

È entrato ormai nel vivo il complesso iter per l’elezione del successore di Shenuda III – morto il 17 marzo scorso – sulla cattedra patriarcale di Alessandria. L’elezione del 118.mo patriarca spetta a un corpo elettorale composto da 2.405 persone, di cui 1.293 sono laici. Una speciale commissione è al lavoro per ridurre la rosa dei candidati.


(Milano/g.s.) – È entrato ormai nel vivo, in Egitto, il complesso iter per l’elezione del successore di Shenuda III – morto il 17 marzo scorso – sulla cattedra patriarcale di Alessandria. L’elezione del 118.mo patriarca spetta a un corpo elettorale composto da 2.405 persone, di cui 1.293 sono laici. A fine agosto la lista dei «papabili» conteneva 17 candidati (10 monaci e 7 vescovi, tra cui anche quello della diocesi copta di Milano, anba Kyrillos). Gli elettori hanno avuto tempo fino al 30 settembre per inoltrare le loro contestazioni alle candidature.

Dal 4 ottobre un’apposita commissione è riunita nel monastero di Anba Bishoi sotto la presidenza del patriarca facente funzioni, anba Pachomius. Il suo obiettivo è di ridurre a sette (o cinque) il numero dei contendenti sottoposti al voto finale previsto per il 24 novembre. Dalla rosa dei tre più votati, il 2 dicembre verrà estratto a sorte il nuovo patriarca. Fino ad allora i fedeli copti sono invitati a tre periodi speciali di digiuno e preghiera per invocare un pastore degno. Nel frattempo anba Pachomius ha vietato a tutti i canali televisivi copti di occuparsi della successione di Shenuda III nei loro talk show, per evitare ogni turbamento alla serenità del processo di selezione.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Il cantico della felicità
Khalil Gibran

Il cantico della felicità

Caleidoscopio sulla pace del cuore
Chiamati a libertà
Silvano Fausti

Chiamati a libertà

L'ultima parola di un profeta del nostro tempo
Guida letteraria del mondo

Guida letteraria del mondo

Pagine di viaggio dai più grandi scrittori d'ogni tempo e latitudine
Il libro delle preghiere che guariscono

Il libro delle preghiere che guariscono

Le parole che curano e consolano da tutte le fedi e le culture