Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
A Bergamo in via Sant'Alessandro 35, alle 16.00 del 13 ottobre.

I cristiani e la Primavera araba

13/10/2012  |  Bergamo
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Le Edizioni Terra Santa e il Centro culturale Fabio Locatelli propongono un incontro sul tema:

Primavera araba
Le voci dei cristiani del Medio Oriente

per la presentazione del volume
2011. L’anno che ha sconvolto il Medio Oriente

sabato 13 ottobre alle 16.00
presso la sala Domus Alexandrina
Perrocchia di Sant’Alessandro
in via Sant’Alessandro, 35 a Bergamo

 

Intervengono:
• mons. Youssif III Younan, patriarca siro-cattolico
• Manuela Borraccino
, autrice e giornalista

Modera Andrea Valesini, caporedattore dell’Eco di Bergamo.

***

Il 2011 passerà alla storia come l’anno che ha sconvolto gli assetti di gran parte del Medio Oriente. Il libro 2011. L’anno che ha sconvolto il Medio Oriente (di Manuela Borraccino, Edizioni Terra Santa 2012) ripercorre la «Primavera araba» secondo due precise prospettive. La prima è geografica (Tunisia, Egitto, Siria e Palestina sono le realtà analizzate più da vicino); la seconda prospettiva è quella delle comunità cristiane che vivono in una condizione di stretta minoranza in contesto islamico. Accanto al racconto degli eventi e a utili schede di inquadramento storico-geografico, il libro raccoglie interviste e testimonianze dei protagonisti e dà voce finalmente ai cristiani mediorientali, raccontando trepidazioni e speranze di una comunità alle prese con una difficile transizione e con la crescita dell’Islam politico.

Il libro della felicità
MichaelDavide Semeraro

Il libro della felicità

Rileggere le Beatitudini
Dell’umana fratellanza e altri dubbi
Adnane Mokrani, Brunetto Salvarani

Dell’umana fratellanza e altri dubbi

Perché l’Europa ci salverà
Bartolomeo Sorge, Chiara Tintori

Perché l’Europa ci salverà

Dialoghi al tempo della pandemia