Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Palestina e Onu. Una dichiarazione dei capi delle Chiese di Gerusalemme

Terrasanta.net
13 settembre 2011
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Si aprono oggi a New York i lavori della 66.ma sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, che dovrebbe occuparsi anche della richiesta da parte palestinese di diventare Stato membro. Sul tema in data odierna i capi delle Chiese di Gerusalemme hanno diffuso una dichiarazione in cinque punti. La proponiamo in una nostra traduzione dal francese.


Si aprono oggi a New York i lavori della 66.ma sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, che dovrebbe occuparsi anche della richiesta da parte palestinese di entrare a far parte della massima Organizzazione internazionale come Stato membro. Sul tema in data odierna i capi delle Chiese di Gerusalemme hanno diffuso una dichiarazione in cinque punti sui quali hanno raggiunto un consenso. Eccola in una nostra traduzione dal francese.

*** 

1. La soluzione dei due Stati serve alla giustizia e alla pace.

2. Gli israeliani e i palestinesi devono vivere ciascuno dei propri Stati indipendenti in pace e giustizia, rispettando i diritti dell’uomo conformemente al diritto internazionale.

3. Il negoziato è il mezzo migliore per risolvere i problemi irrisolti tra le due parti.

4. Palestinesi e israeliani dovranno sapersi contenere, quale che sia l’esito del voto alle Nazioni Unite.

5. Gerusalemme è una Città Santa per i seguaci delle tre religioni abramitiche, nella quale tutti dovrebbero poter vivere in pace e tranquillità; una città che dovrebbe essere condivisa dai due popoli e dalle tre religioni.

Noi facciamo appello a coloro a cui spettano le decisioni e alle persone di buona volontà, perché facciano quanto è in loro potere affinché si affermino quella giustizia tanto a lungo attesa, la pace e la riconciliazione tra israeliani e palestinesi, e perché la profezia del profeta Davide sia nuovamente vissuta:

«Amore e verità si incontrano, giustizia e pace si abbracciano.» (Salmo 85, 11)

† S.B. Theophilos III, patriarcato greco-ortodosso
† S.B. Fouad Twal, patriarcato latino
† S.B. Tarkom II Manoogian, patriarcato apostolico armeno
fra Pierbattista Pizzaballa, ofm, Custodia di Terra Santa
† mons. Anba Abraham, patriarcato copto-ortodosso
† mons. Swerios Malki Mourad, patriarcato siro-ortodosso
† mons. Abune Mathias, patriarcato etiope-ortodosso
† mons. Joseph Jules Zreyi, patriarcato greco-cattolico
† mons. Suhail Dawani, chiesa anglicana di Gerusalemme
† mons. Mounib Younan, chiesa evangelica luterana in Giordania e Terra Santa
† mons. Pierre Malki, patriarcato siro-cattolico

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Dante a piedi e volando
Marco Bonatti

Dante a piedi e volando

La Commedia come racconto di viaggio
Calendario di Terra Santa 2021 (da tavolo)

Calendario di Terra Santa 2021 (da tavolo)

Gregoriano, giuliano, copto, etiopico, armeno, islamico, ebraico
Pagine da Nazaret – Seconda edizione
Charles de Foucauld

Pagine da Nazaret – Seconda edizione

Gli scritti spirituali del santo che amò il deserto
Almanacco filosofico

Almanacco filosofico

Pagine per un anno dai più grandi pensatori d'ogni tempo e latitudine