Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Quanto valgono gli insediamenti israeliani

Terrasanta.net
28 aprile 2010
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Quanto valgono gli insediamenti israeliani
Una veduta di Maale Adumim, insediamento ebraico alla periferia di Gerusalemme Est.

Almeno 17,4 miliardi di dollari, cioè 13 miliardi di euro, è il valore degli insediamenti israeliani venuti su dal 1967 ad oggi nei Territori Palestinesi. A rivelarlo è il quotidiano Haaretz, che cita una ricerca pubblicata dal Macro Center for Political Economics di Tel Aviv. Secondo il Centro, i metri quadrati edificati sarebbero 12 milioni.


(Milano/c.g.) – Gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi valgono almeno 17,4 miliardi di dollari, l’equivalente di circa 13 miliardi di euro. A rivelarlo è stato ultimamente il quotidiano Haaretz, citando una ricerca pubblicata dal Macro Center for Political Economics di Tel Aviv. Il rapporto per la prima volta rende pubblico il censimento degli immobili delle colonie israeliane nei Territori occupati. Secondo il Centro il valore complessivo degli insediamenti toccherebbe i 17,4 miliardi di dollari mentre i metri quadrati edificati sarebbero 12 milioni.

La ricerca, condotta anche utilizzando fotografie fatte dal satellite sui 128 insediamenti israeliani, ha permesso di censire ogni tipo di costruzione realizzata nelle colonie: in particolare lo studio indica che negli insediamenti tra l’altro sono presenti 127 sinagoghe, 321 centri sportivi, 344 asili dell’infanzia, 211 scuole. Gli appartamenti residenziali sono quasi 33 mila, mentre le case private sono 23 mila; 187 i centri commerciali e 717 le strutture industriali e strade per oltre un milione di metri quadri. Il valore di 17 miliardi di dollari (di cui 13,5 imputabili al valore delle case e degli appartamenti e 1,7 per le strade) si riferisce solo ai costi di costruzione degli insediamenti. Il loro valore commerciale sarebbe, ovviamente, molto superiore.

Dal 2004 al 2008, in particolare, secondo il Macro Center, sono state edificate negli insediamenti 6.657 abitazioni. Di queste, 5.900 sono state costruite a occidente del muro difensivo costruito da Israele, e solo 700 a oriente. Questo probabilmente perché, suggerisce il Centro, un possibile futuro accordo di pace con l’Autorità Palestinese, potrebbe prevedere lo sgombero delle colonie al di là del muro.

Il Macro Center for Political Economics raccoglie i contributi di professori universitari, economisti, sociologi, giornalisti. Si occupa, tra l’altro, di temi legati all’economia e alla società israeliana, allo sviluppo della regione mediorientale, alle politiche legate all’educazione, alla condizione della donna e al ruolo dei lavoratori migranti in Israele.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
La notte di Natale
Papa Francesco

La notte di Natale

Il buon augurio del presepe
La città della speranza
Lesław Daniel Chrupcała

La città della speranza

Incontrare Gerusalemme