Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

L’islam in guerra e in pace

Terrasanta.net
8 febbraio 2010
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
L’islam in guerra e in pace
(clicca sulla foto per lanciare il video)

Il libro di Paolo Branca Guerra e pace nel Corano con linguaggio discorsivo avvia, in un pugno di pagine, un ragionamento sulle categorie di «guerra» e «pace» nel Corano. Senza dimenticare mai, come argomenta l'Autore nella sua breve Introduzione, che «i testi sacri, grazie al cielo, non sono catechismi, e pretendere di dedurre da singole frasi la natura vera e profonda del loro messaggio è un'operazione truffaldina».


(g.s.) – Il libro di Paolo Branca Guerra e pace nel Corano ha un amichevole formato tascabile e agevolmente potrebbe accompagnarsi a voi in tram o nella sala d’attesa di una stazione o d’un ufficio pubblico. Anche il linguaggio è piano e discorsivo, confacente a un testo che non si rivolge a iniziati, ma a un pubblico ampio di persone indotte dalla cronaca a porsi domande e a non fermarsi alle risposte facili, banali o viscerali.

L’intento è di avviare in un pugno di pagine un ragionamento sulle categorie di «guerra» e «pace» nel Corano, senza dimenticare mai, come argomenta l’Autore nella sua breve Introduzione, che «i testi sacri, grazie al cielo, non sono catechismi, e pretendere di dedurre da singole frasi la natura vera e profonda del loro messaggio è un’operazione truffaldina che ignora secoli di storia per appiattirsi su un’interpretazione meramente letterale, propria, tra l’altro, dei tanto vituperati fondamentalisti» (p. 11).

Branca rigetta anche l’ipotesi che siano «le religioni stesse a costituire un pericolo per la pace tra i popoli». Non va infatti dimenticato, sottolinea, che «non proprio molto tempo fa, ideologie a-religiose quando non apertamente anti-religiose hanno saputo produrre massacri ed ecatombi ben peggiori di quelle perpetrate in nome di qualsiasi fede» (ib.).

Lo schema del libro è il più semplice: due capitoli, uno per ciascuno dei due termini presi in esame, dai quali attendersi qualche coordinata essenziale per accostarsi al tema. Spiace l’assenza di una pur essenziale scheda bibliografica per il lettore che volesse fare qualche passo più avanti.

La collana «Hiwâr – Dialogo», a cui questo volume appartiene, vuole approfondire in ambito teologico, storico-critico, socio-politico, culturale e spirituale, il tema del dialogo islamo-cristiano. I saggi proposti raccolgono le firme di esperti e di ricercatori impegnati concretamente nell’esperienza dell’incontro tra cristiani e musulmani.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Meno è di più
Francesco Antonioli

Meno è di più

Le Regole monastiche di Francesco e Benedetto per ridare anima all’economia, alla finanza, all’impresa e al lavoro
Gesù non fu ucciso dagli ebrei

Gesù non fu ucciso dagli ebrei

Le radici cristiane dell’antisemitismo
La ricchezza del bene
Safiria Leccese

La ricchezza del bene

Storie di imprenditori fra anima e business
L’anima viaggia un passo alla volta
Stefano Tiozzo

L’anima viaggia un passo alla volta

Da Capo Nord all’Holi Festival, ventimila leghe intorno al mondo