Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Parlamentari italiani in pellegrinaggio

11/09/2008  |  Milano
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Parlamentari italiani in pellegrinaggio

Lunedì scorso a Gerusalemme il Custode di Terra Santa, fra Pierbattista Pizzaballa, ha incontrato una sessantina di parlamentari e sindaci italiani in pellegrinaggio in Terra Santa dal 3 al 9 settembre. L'appuntamento ha avuto luogo presso il Centro Notre Dame, a due passi dal convento di San Salvatore. Pizzaballa ha condiviso il pasto con tutto il gruppo prima di un incontro più formale nell'auditorium Giovanni Paolo II, dove il francescano ha brevemente presentato le attività della Custodia e poi ha risposto alle domande dei presenti sui più svariati temi


(m.a.b.) – Lunedì scorso a Gerusalemme il Custode di Terra Santa, fra Pierbattista Pizzaballa, ha incontrato una sessantina di parlamentari e sindaci italiani in pellegrinaggio in Terra Santa dal 3 al 9 settembre.

L’appuntamento ha avuto luogo presso il Centro Notre Dame, a due passi dal convento di San Salvatore. Pizzaballa ha condiviso il pasto con tutto il gruppo prima di un incontro più formale nell’auditorium Giovanni Paolo II, dove il francescano ha brevemente presentato le attività della Custodia e poi ha risposto alle domande dei presenti sui più svariati temi: la libertà di spostamento nella regione; la possibilità di evangelizzare i non cristiani; la qualità dei rapporti della Custodia con lo Stato d’Israele e con l’Autorità palestinese; l’esistenza o meno di una crisi delle vocazioni; i progetti della Custodia per quanto riguarda le ricerche archeologiche e lo sviluppo del patrimonio; l’esistenza o meno di relazioni con la cooperazione italiana; il tipo di rapporto tra capi religiosi ebrei, cristiani e musulmani; la situazione reale dei cristiani in Terra Santa.

Al termine, in segno di ringraziamento, il vicepresidente della Camera, Maurizio Lupi, ha consegnato al Custode una targa raffigurante il Palazzo di Montecitorio. Da parte sua, fra Pizzaballa ha consegnato a ciascuno dei presenti la busta destinata a tutti i pellegrini che lo incontrano, contentente un rosario, un volumetto sulla presenza francescana in Terra Santa, una Via Crucis e un pieghevole di presentazione dell’Onlus Ats.

In mattinata, al convento di San Salvatore, padre Pizzaballa aveva ricevuto in forma privata il presidente del Senato, Renato Schifani e la consorte, anch’essi in viaggio con gli altri pellegrini.

L’iniziativa di proporre a deputati e senatori dei pellegrinaggi ai luoghi santi della cristianità si deve all’arcivescovo Salvatore Fisichella (presidente della Pontificia accademia per la vita e rettore dell’Università Lateranense), che la promuove nella sua veste di «cappellano» della Camera dei deputati (è rettore della chiesa di San Gregorio Nazianzeno, di proprietà del primo ramo del Parlamento). «Quest’anno – ha precisato il presule a Gerusalemme – abbiamo il doppio di partecipanti rispetto al nostro primo pellegrinaggio in Terra Santa, realizzato nel 2004».

Tra i parlamentari partecipanti c’erano esponenti di maggioranza e opposizione. Oltre al presidente del Senato e al vicepresidente della Camera, Lupi, anche il ministro di Grazia e Giustizia, Angelino Alfano, l’ex ministro della Salute, Livia Turco, e il sindaco di Roma Gianni Alemanno. Del gruppo facevano parte anche numerosi familiari.

Il viaggio era iniziato il 4 settembre con l’atterraggio ad Eilat, nel sud di Israele, e la visita al monastero di Santa Caterina, nella penisola egiziana del Sinai. A seguire una tappa in Galilea, dove fra Stefano De Luca, dello Studium Biblicum Franciscanum, ha illustrato ai parlamentari l’importanza della città di Cafarnao e il progetto di un nuovo centro di accoglienza per i pellegrini presso il complesso archeologico di proprietà della Custodia.

Gli ultimi tre giorni sono trascorsi tra Betlemme e Gerusalemme. Il gruppo accompagnato da mons. Fisichella ha visitato i principali luoghi santi cristiani, ma anche la spianata delle moschee e il Muro occidentale. Immancabile la visita al museo dell’Olocausto, lo Yad Vashem.

Prima di ripartire alla volta dell’Italia, martedì 9, i pellegrini hanno potuto conversare con il patriarca latino di Gerusalemme, l’arcivescovo Fouad Twal.

In Terra Santa coi francescani

Recarsi in Terra Santa è toccare con mano i luoghi in cui il Verbo di Dio è entrato nell’esperienza umana in Gesù di Nazaret.

Vai alla pagina
dell'Ufficio pellegrinaggi
I più letti
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Tabor
Giulio Michelini

Tabor

Il mistero della Trasfigurazione
Abbecedario biblico
Francesco Patton

Abbecedario biblico

Nutrirsi delle Scritture dall'A alla Z
Il nonno e la bambina
Roberto Piumini

Il nonno e la bambina