Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia
Cartolina da Gerusalemme del parroco della parrocchia latina di San Salvatore.

Giappone, la pace dalle ceneri dell’atomica

padre Ibrahim Faltas
9 novembre 2007
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Giappone, la pace dalle ceneri dell’atomica
Il gruppo di ragazzi della Terra Santa con alcuni coetanei giapponesi.

Nel numero scorso abbiamo raccontato il viaggio di due gruppi dei nostri ragazzi aderenti al  progetto «Educare alla pace» in Italia. Un terzo gruppo ha affrontato nel mese d’agosto il grande e lungo viaggio verso il Giappone. Siamo ormai diventati un po’ veterani di questa esperienza che ogni due anni si ripete e che viene sapientemente organizzata dalla signora Hyroko Hanoui, presidente di una associazione che si occupa dei bambini della Terra Santa.

Il Giappone ai nostri occhi si presenta come una terra così diversa, carica di una bellezza lontana dagli aridi deserti del Negev, o dagli spazi ristretti in cui siamo abituati a vivere nelle nostre città israeliane e palestinesi. Ma ciò che colpisce di più è la gente. Il popolo giapponese – risorto dalle ceneri della bomba atomica –  è per tutti, un esempio e una testimonianza. Anche noi palestinesi israeliani, dobbiamo raccogliere la nuda terra e plasmarla come un’opera d’arte, creando con le nostre mani un vero capolavoro che parli di dialogo e di pace.

I giorni in Giappone sono stati densi di attività e incontri, come a voler significare che il tempo è prezioso e nulla deve essere sprecato. Emozionante è stato l’incontro dei ragazzi con gli amministratori locali, soprattutto quando un ragazzo musulmano di Betlemme, che da dieci anni non può visitare Gerusalemme, ma grazie al progetto «Educare alla Pace»  è arrivato sino in Giappone,  ha  rivolto il  saluto a nome di tutti in lingua giapponese.

All’ultimo incontro sul tema «Pace, missione impossibile o missione possibile?» hanno partecipato  proprio  tutti: ragazzi israeliani e palestinesi, giapponesi, educatori, organizzatori… Il dibattito si è svolto con vivacità ma soprattutto con la convinzione che già si sta lavorando per la pace. Di  comune accordo le parti hanno firmato una dichiarazione conclusiva: «Comincia con il  fare ciò che è necessario; poi fai ciò che è possibile; improvvisamente farai l’impossibile».

Come ricevere l'Eco

Il tabloid Eco di Terrasanta viene spedito a tutti coloro che sono interessati ai Luoghi Santi e che inviano un’offerta, o fanno una donazione, a favore delle opere della Custodia di Terra Santa.

Maggiori informazioni
Sfoglia l'Eco

Se non hai mai avuto modo di leggere Eco di Terrasanta, ti diamo la possibilità di sfogliare un numero del 2019.
Buona lettura!

Clicca qui
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
Il cantico della felicità
Khalil Gibran

Il cantico della felicità

Caleidoscopio sulla pace del cuore
Chiamati a libertà
Silvano Fausti

Chiamati a libertà

L'ultima parola di un profeta del nostro tempo
Guida letteraria del mondo

Guida letteraria del mondo

Pagine di viaggio dai più grandi scrittori d'ogni tempo e latitudine
Il libro delle preghiere che guariscono

Il libro delle preghiere che guariscono

Le parole che curano e consolano da tutte le fedi e le culture