Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Quale chance per la pace?

AA.VV.
14 marzo 2024
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Quale <i>chance</i> per la pace?
Tel Aviv, 4 marzo 2024. Nella «Piazza degli ostaggi» le foto degli israeliani ancora in mano ai terroristi di Hamas nella Striscia di Gaza. (foto Miriam Alster/Flash90)

Quali sono le prospettive per il dopoguerra (che presto o tardi arriverà) nella Striscia di Gaza? Che strade imboccherà la coabitazione di israeliani e palestinesi in Terra Santa? Il ruolo degli Usa e degli Stati arabi più influenti.


Massacri, stupri, distruzione, escalation regionale, turbativa del commercio globale: il Medio Oriente vive tempi apocalittici. Dopo la devastazione, potrebbe arrivare la pace? E come?

A cinque mesi dal pogrom del 7 ottobre cominciano ad affiorare timidi segnali… Ma le variabili sono così tante e soggette a forze contrastanti da rendere impossibile prevedere quale esito potranno avere i massacri dei 1.200 israeliani uccisi e 135 mila sfollati (dai kibbutz attaccati e dalle zone di confine con il Libano) e la carneficina che ne è seguita a Gaza con oltre 30 mila morti e due milioni di sfollati, l’intera Striscia resa inabitabile dai bombardamenti. Questi disastri, rilanciati da video e post diventati subito virali, hanno mostrato che le alternative alla creazione di uno Stato palestinese causeranno piaghe anche maggiori del conflitto in corso. Israeliani e palestinesi non sembrano aver altra scelta che farsi aiutare da Stati Uniti e Paesi arabi nel far emergere nuovi leader e nuove narrative a sostegno della pace che tentino di traghettare le due società verso i compromessi possibili.

Il tempo stringe. Biden potrebbe non essere più alla Casa Bianca nel 2025. L’economia israeliana ha perso il 19 per cento del Pil nell’ultimo trimestre del 2023 e in Cisgiordania sono andati in fumo oltre 200 mila posti di lavoro. Solo la fine della guerra può ripristinare la fiducia di investitori e donatori per ricostruire un nuovo patto sociale del quale israeliani e palestinesi hanno urgentemente bisogno. (m.b.)

***

Ecco l’indice del Dossier:

Gaza, via d’uscita cercasi
Manuela Borraccino

Occupazione israeliana di Gaza o forze multinazionali di peacekeeping per progettare la ricostruzione? Pressione dei leader occidentali e dei Paesi arabi su Israele per la tregua permanente e le ipotesi di pace. Ma tutto dipenderà dalla volontà politica della comunità internazionale nel farle rispettare.

Colonie, Israele al bivio
Manuela Borraccino

I costi economici dell’occupazione sono stati per decenni il segreto più custodito di Israele. Ora sono emersi anche i costi sempre più insostenibili per la tenuta della democrazia. Occasione per una svolta o deriva verso l’autodistruzione dello Stato ebraico?

L’Israele che verrà
Giorgio Bernardelli

Che questa guerra sia per Israele qualcosa di diverso dalle precedenti lo abbiamo capito fin dal suo tragico inizio il 7 ottobre scorso. Ma che cosa lascerà in eredità quando sarà finita? Potrà essere l’occasione per una rinascita, oppure il fossato d’odio che si è formato impedirà il dischiudersi di nuove, necessarie prospettive?

La guerra delle fake news
Alessandra Abbona

Mai come oggi, il conflitto israelo-palestinese si combatte anche nella sfera digitale, tra opposte narrative e propagande sull’efferatezza e crudeltà del nemico. Una riflessione sulla «militarizzazione» dei social media, sulla guerra cibernetica e sulla manipolazione dell’informazione, dove le voci di pace o a favore del dialogo finiscono per essere oscurate…

Intervista a padre Gabriel Romanelli: La Via Crucis dei cristiani di Gaza

Terrasanta 2/2024
Marzo-Aprile 2024

Terrasanta 2/2024

Il sommario dei temi toccati nel numero di marzo-aprile 2024 di Terrasanta su carta. Al centro, un dossier dedicato alle prospettive del dopoguerra (quando verrà) nella Striscia di Gaza e al futuro della Terra Santa.

<i>Ma’moul</i> (dolcetti farciti di noci)
Ricette d'Oriente

Ma’moul (dolcetti farciti di noci)

Per tutto il 2024, in ogni numero di Terrasanta una ricetta mediorientale, attinta dai piatti tipici delle cucine ebraica, cristiana e musulmana.

I contenuti extra di <i>Terrasanta</i>
la redazione

I contenuti extra di Terrasanta

In questa pagina offriamo ai lettori alcuni contenuti integrativi rispetto alla Storia di copertina pubblicata nel numero di marzo-aprile 2024 della rivista Terrasanta.

Abbonamenti

Per ricevere la rivista Terrasanta (6 numeri all’anno) la quota d’abbonamento è di 32,00 euro. Disponibile, a 22,00 euro, anche la versione digitale in formato pdf.

Maggiori informazioni
L'indice delle annate

Ai nostri abbonati e lettori più assidui potrà tornare utile l’indice generale della nuova serie di Terrasanta dal 2006 al 2023.

Il file consente di cercare gli articoli, gli autori e i temi che interessano di più e individuare i numeri e le pagine in cui sono stati pubblicati.

Consulta l'indice
Un saggio di Terrasanta

Vuoi farti un’idea del nostro bimestrale?
Ti mettiamo a disposizione un numero del 2023.
Buona lettura!

Sfoglia il numero
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Turchia – nuova edizione
Paolo Bizzeti, Sabino Chialà

Turchia – nuova edizione

Chiese e monasteri di tradizione siriaca
Breve storia di Israele
Vincenzo Lopasso

Breve storia di Israele

Da Abramo alle origini della diaspora