Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

I cento anni dello Studium Biblicum di Gerusalemme

AA.VV
22 gennaio 2024
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
I cento anni dello <i>Studium Biblicum</i> di Gerusalemme
Foto di gruppo al termine dell'udienza concessa da papa Francesco il 15 gennaio 2024 nel centenario dello Studium Biblicum Franciscanum. (foto Vatican Media)

Diverse occasioni pubbliche, in questi ultimi mesi, sono state indette per il ricorrere del primo centenario dello Studium Biblicum Franciscanum. Una storia che ripercorriamo in questo Dossier.


Il 26 ottobre scorso, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, si è tenuta la prima commemorazione per il centenario di fondazione dello Studium Biblicum Franciscanum (Sbf) di Gerusalemme. Collegati in videoconferenza dal Convento della Flagellazione, a causa dell’impossibilità di raggiungere Milano per lo stop ai voli imposto dalla guerra scoppiata pochi giorni prima, il decano fra Rosario Pierri, il decano emerito fra Claudio Bottini e il docente di archeologia e topografia don Gianantonio Urbani hanno delineato il percorso dell’Sbf e messo in evidenza il suo peso nel campo degli studi biblici e archeologici. La scelta di iniziare le celebrazioni in Cattolica non è casuale, anche per i rapporti tra il fondatore dell’università, fra Agostino Gemelli, e le prime figure eminenti dello Studium, in primis fra Bellarmino Bagatti. In anni più recenti si sono formati presso la Cattolica gli stessi fra Pierri e don Urbani.

A partire dagli interventi di quel convegno, vogliamo sottolineare, in questo dossier, l’importanza dello Studium oggi e il legame speciale che da sempre intercorre tra la nostra rivista Terrasanta e i docenti dell’Sbf, ieri come oggi collaboratori per i contenuti del magazine.

Il 15 e il 16 gennaio a Roma si è svolto un secondo momento di celebrazione del centenario, con una festa presso la Pontificia Università Antonianum (Pua), presente il ministro generale dei Frati minori e gran cancelliere della Pua fra Massimo Fusarelli. Altri momenti sono previsti a Gerusalemme, entro la fine dell’anno accademico.

Ma il momento clou è stata l’udienza privata concessa da papa Francesco a docenti e personale dello Studium Biblicum Franciscanum, lunedì 15 gennaio (cfr p. 42) durante la quale il Pontefice ha ringraziato di cuore i professori e gli archeologi dell’Sbf per il loro impegno nell’instancabile «studio della Bibbia nel Paese della Bibbia». (g.c.)

***

Ecco l’indice del Dossier:

Noi, sentinelle della Scrittura
fra Rosario Pierri ofm

Come nasce e cosa rappresenta oggi lo Studium Biblicum Franciscanum? Per collocarlo nel panorama degli studi biblici e archeologici, è utile ricordare alcuni dati essenziali riguardanti il contesto storico e le sue origini. Dall’«illuminazione» di padre Giannini all’attività scientifica dell’oggi.

Scheda – Diotallevi, l’uomo delle origini

Oltre due millenni di storia
don Gianantonio Urbani

Il convento della Flagellazione, sede dello Studium Biblicum Franciscanum, sorge in un’area di Gerusalemme che ha una storia antica. Dal periodo asmoneo fino al Medioevo, il luogo ci restituisce evidenze archeologiche che ci aiutano a leggere la storia della città e a inquadrarle nel contesto evangelico.

Scheda – La chiesa della Flagellazione rinata con Barluzzi

Figure che hanno fatto la storia
fra Giovanni Claudio Bottini ofm

In qualità di membro anziano dello Studium Biblicum Franciscanum, abbiamo chiesto a padre Giovanni Claudio Bottini di ricordare alcune personalità di studiosi che hanno segnato la vita dei primi cento anni della scuola biblica e archeologica francescana di Gerusalemme.

Scheda – Il Papa: «Studiate la Bibbia, nel cuore della Chiesa» (clicca qui per un servizio video sull’udienza papale)


⇒ La nostra casa editrice – TS Edizioni – pubblica
e distribuisce
in Italia e nel mondo i testi e i manuali
dello Studium Biblicum Franciscanum

Terrasanta 1/2024
Gennaio-Febbraio 2024

Terrasanta 1/2024

Il sommario dei temi toccati nel numero di gennaio-febbraio 2024 di Terrasanta su carta. Al centro, un dossier dedicato al centenario dello Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme, facoltà di Scienze bibliche e archeologia.

La Gerusalemme di un romantico scozzese

La Gerusalemme di un romantico scozzese

David Roberts, scozzese di nascita (Stockbridge, 24 ottobre 1796), ha contribuito non poco a far conoscere l’Oriente nella prima metà dell’Ottocento. Dal suo pennello sono usciti paesaggi e riproduzioni di monumenti che ancora oggi sono utili agli studiosi per comprendere la topografia dei luoghi poco prima dell’avvento della fotografia.

Abbonamenti

Per ricevere la rivista Terrasanta (6 numeri all’anno) la quota d’abbonamento è di 32,00 euro. Disponibile, a 22,00 euro, anche la versione digitale in formato pdf.

Maggiori informazioni
L'indice delle annate

Ai nostri abbonati e lettori più assidui potrà tornare utile l’indice generale della nuova serie di Terrasanta dal 2006 al 2023.

Il file consente di cercare gli articoli, gli autori e i temi che interessano di più e individuare i numeri e le pagine in cui sono stati pubblicati.

Consulta l'indice
Un saggio di Terrasanta

Vuoi farti un’idea del nostro bimestrale?
Ti mettiamo a disposizione un numero del 2023.
Buona lettura!

Sfoglia il numero
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Seguire Gesù
Matteo Crimella

Seguire Gesù

Sette meditazioni sul Vangelo di Luca
Semi di fraternità
Massimo Fusarelli

Semi di fraternità

Con Francesco nelle sfide del nostro tempo
In Terra Santa – nuova ed. brossura
Gianfranco Ravasi

In Terra Santa – nuova ed. brossura

Un pellegrinaggio spirituale