Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

A Bologna torna la tre giorni del Festival Francescano

Carlo Giorgi
4 agosto 2016
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
A Bologna torna la tre giorni del Festival Francescano
Lo stand delle Edizioni Terra Santa nell'edizione 2015 del Festival Francescano.

Dal 23 al 25 settembre si svolge nel capoluogo emiliano l’ottava edizione del Festival Francescano. Eventi, incontri, concerti per vivere la «modernità» di san Francesco.


In Piazza Maggiore, a Bologna, risuonò un tempo la voce di san Francesco: «Predicava sì meravigliosamente che pareva più angelo che uomo», si legge nel Capitolo XXVIII dei Fioretti, dedicato alla visita di Francesco in città. Ora, dopo otto secoli, la grande piazza di Bologna torna a rivivere di canti e festosa letizia. Dal 23 al 25 settembre, infatti si svolge nel capoluogo emiliano il Festival Francescano, organizzato dal Movimento Francescano dell’Emilia Romagna. Una grande festa a cui partecipa anche la Fondazione Terra Santa, espressione dei francescani della Custodia. Il Festival – che si celebra sempre qualche giorno prima del 4 ottobre, festa di san Francesco – è giunto nel 2016 alla sua ottava edizione. La prima volta si svolse nel 2009 a Reggio Emilia; dal 2012 al 2014 venne spostato a Rimini, mentre dall’anno scorso, affermandosi come evento nazionale e attirando molte migliaia di persone, è approdato a Bologna, accolto dalla città con grande calore.

Ogni anno gli organizzatori scelgono un tema differente, sintetizzato da uno slogan, che funziona come filo conduttore per ogni incontro, concerto, evento proposto nei tre giorni della manifestazione. Lo slogan di quest’anno è: «Per forza o perdono» e il tema, come si comprende facilmente, è appunto quella misericordia cristiana capace di perdonare ogni offesa fino ad amare il nemico. Molti i nomi importanti che partecipano: dal vescovo della città, mons. Matteo Maria Zuppi, al filosofo Massimo Cacciari, dal poeta Davide Rondoni all’economista Stefano Zamagni.

Anche quest’anno la Fondazione Terra Santa dà il suo contributo in fatto di idee e di proposte per arricchire il programma del festival. In particolare la Fondazione, tramite le sue Edizioni, è presente con tre presentazioni di altrettanti libri. Sabato 24 alle ore 17 nell’elegante cornice del Cortile d’onore del Palazzo d’Accursio, in Piazza Maggiore, verrà presentato In nome di Dio misericordioso. Ciò che della Misericordia si canta nel Corano. Francesco Rossi, giornalista dell’agenzia Sir, ne parla con Bartolomeo Pirone, autore del volume, professore di lingua araba ed esperto di temi islamici. Domenica 25 alle ore 15, sempre a Palazzo d’Accursio, è la volta di La pace di Assisi, un testo pubblicato in occasione dei 30 anni dello storico incontro voluto da Giovanni Paolo II con i rappresentanti di tutte le religioni nella cittadina umbra nel 1986. L’autore, Riccardo Burigana, docente all’Istituto di Studi Ecumenici di Venezia, ne parla con Brunetto Salvarani, teologo e saggista. Infine, sempre domenica 25 alle 16, in piazza Maggiore, grande appuntamento per i più piccoli: Ivano Ceriani, illustratore del libro Scuola di preghiera per giovani topi, terrà un laboratorio di disegno per bambini dai 6 ai 10 anni.

Oltre alle presentazioni dei libri, infine, la Fondazione Terra Santa è presente in Piazza Maggiore con idee e incontri anche alla Tenda del Pellegrino e con una vera e propria libreria all’aperto.

 


 

Terra Santa, Iran, Marocco e laboratori per i piccini
A Bologna, in piazza Maggiore, anche la tenda dei pellegrini

Al Festival francescano c’è una tenda pronta ad accogliere tutti coloro che si sentono nel profondo pellegrini e viaggiatori. Per i tre giorni del Festival, infatti, in piazza Maggiore a Bologna è montata la Tenda del Pellegrino: una struttura promossa dalla Viaggeria Francescana FrateSole in collaborazione con le Edizioni Terra Santa. Venerdì 23 settembre la Tenda accoglie i più piccini: la mattina laboratori dedicati alla catechesi attraverso le illustrazioni con Daniela Mazzoni e Roberta Pizzi; nel pomeriggio laboratorio di acquarello curato da Marina Cremonini, illustratrice del libro Storia della gatta Eméline e di frate Francesco che le insegnò l’amore (Edizioni Terra Santa, 2016). Sabato 24 settembre sono in programma, a partire dalle ore 11, incontri sull’Iran (con Elisa Pinna, corrispondente dell’Ansa) e sulla Terra Santa. In particolare l’appuntamento è con padre Sergio Rotasperti (autore del volume Trekking Biblico, da Nazaret a Cafarnao a piedi); Marco Tibaldi e fra Francesco Ielpo, Commissario di Terra Santa. Domenica 25, alle ore 11, incontro sul Marocco, Paese ricco di bellezze, natura e spiritualità.

Per informazioni: www.fratesole.com

Eco di Terrasanta 5/2016
Settembre-Ottobre 2016

Eco di Terrasanta 5/2016

Insieme a chi custodisce le pietre vive
Carlo Giorgi

Insieme a chi custodisce le pietre vive

Il 29 ottobre si svolge a Roma la nona edizione della Giornata delle associazioni per la Terra Santa. Occasione per incontrare il nuovo Custode, fra Francesco Patton, e fra Ibrahim Alsabagh.

La piccola Nazaret
Giuseppe Caffulli

La piccola Nazaret

A Colognola, oggi sobborgo di Bergamo, cinquant'anni fa veniva consacrata la chiesa parrocchiale ideata da Giovanni Muzio, architetto della basilica di Nazaret. Due opere «sorelle».

Come ricevere l'Eco

Il tabloid Eco di Terrasanta viene spedito a tutti coloro che sono interessati ai Luoghi Santi e che inviano un’offerta, o fanno una donazione, a favore delle opere della Custodia di Terra Santa.

Maggiori informazioni
Sfoglia l'Eco

Se non hai mai avuto modo di leggere Eco di Terrasanta, ti diamo la possibilità di sfogliare un numero del 2019.
Buona lettura!

Clicca qui
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
La notte di Natale
Papa Francesco

La notte di Natale

Il buon augurio del presepe
La città della speranza
Lesław Daniel Chrupcała

La città della speranza

Incontrare Gerusalemme