Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

I tre amori di Gabriele Allegra

Giuseppe Caffulli
29 novembre 2012
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Gerusalemme, 8 novembre. Durante l’inaugurazione dell’anno accademico 2012-2013 dello Studium Biblicum Franciscanum (Sbf), il decano fra Massimo Pazzini, tracciando una panoramica delle attività della Facoltà di scienze bibliche e archeologia, ricorda anche la beatificazione di fra Gabriele Maria Allegra, «il primo docente dello Studium ad essere elevato alla gloria degli altari». Un ricordo in tal senso era venuto anche da parte del ministro generale dell’Ordine dei Frati minori, fra José Rodríguez Carballo, durante l’apertura dell’anno accademico della Pontificia università Antonianum di Roma, il 22 ottobre scorso.

Anche a noi piace ricordare la figura di fra Gabriele Maria Allegra a pochi mesi dalla sua beatificazione, avvenuta il 29 settembre scorso nella cattedrale di Acireale (Catania). La figura di fra Gabriele Allegra (invitiamo a rileggere il bell’articolo a lui dedicato da fra Claudio Bottini sulla nostra rivista nel numero di novembre-dicembre 2007) brilla di una luce ancora più intensa se la si iscrive in due importanti momenti ecclesiali: la celebrazione della XIII Assemblea Generale del Sinodo dei Vescovi, che ha trattato il tema della nuova evangelizzazione e la trasmissione della fede; e l’Anno della Fede appunto, inaugurato lo scorso 11 ottobre da Benedetto XVI.

La vita e l’opera di fra Gabriele Allegra, a cui dobbiamo principalmente la traduzione della Bibbia in lingua cinese attualmente in uso in Cina popolare, a Hong Kong, a Taiwan e fra i cinesi d’oltremare, è stata tutta nel segno della trasmissione della fede e dello studio della Parola di Dio. «Possiamo dire che Allegra ebbe tre amori nella sua vita – ricorda il confratello e collega all’Sbf fra Alviero Nicacci – : la Parola di Dio, la Cina e la Terra Santa». L’ultimo soggiorno del nuovo beato a Gerusalemme risale al 1974, quando tenne un corso all’Sbf sul Vangelo di Giovanni. Congedandosi dai confratelli, in una lettera a padre Bellarmino Bagatti, rimarcava il proprio amore per la Terra Santa e i periodi di studio e insegnamento all’Sbf: «Se non avessi sentito l’imperioso impegno di continuare ad assolvere il mio lavoro in Cina, sarei rimasto a Gerusalemme».

Il beato fra Gabriele, missionario nella terra dei Sinim (come si legge in Isaia 49, 12), traduttore della Bibbia in cinese e innamorato della Terra Santa, veglia certamente sull’opera di chi, tra le mura antiche di Gerusalemme, si adopera per studiare e diffondere la Bibbia e la Parola di Dio.

Abbonamenti

Per ricevere la rivista Terrasanta (6 numeri all’anno) la quota d’abbonamento è di 32,00 euro. Disponibile, a 22,00 euro, anche la versione digitale in formato pdf.

Maggiori informazioni
L'indice delle annate

Ai nostri abbonati e lettori più assidui potrà tornare utile l’indice generale della nuova serie di Terrasanta dal 2006 al 2023.

Il file consente di cercare gli articoli, gli autori e i temi che interessano di più e individuare i numeri e le pagine in cui sono stati pubblicati.

Consulta l'indice
Un saggio di Terrasanta

Vuoi farti un’idea del nostro bimestrale?
Ti mettiamo a disposizione un numero del 2023.
Buona lettura!

Sfoglia il numero
Newsletter

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti
Seguire Gesù
Matteo Crimella

Seguire Gesù

Sette meditazioni sul Vangelo di Luca
Semi di fraternità
Massimo Fusarelli

Semi di fraternità

Con Francesco nelle sfide del nostro tempo
In Terra Santa – nuova ed. brossura
Gianfranco Ravasi

In Terra Santa – nuova ed. brossura

Un pellegrinaggio spirituale