Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.

Anniversari e coraggio della profezia

Giuseppe Caffulli
9 maggio 2008
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Israele celebra tra poche settimane, esattamente il 14 maggio, il sessantesimo anniversario della fondazione dello Stato. Per moltissimi dentro e fuori Israele sarà una festa, una grande festa. Per altri, soprattutto per coloro che vivono nei Territori, sarà come gettare sale sulle ferite. A distanza di tanti anni la strada della pace sembra più che mai lontana: Israele occupa militarmente la Cisgiordania, Gaza è in fiamme (ai primi di marzo i raid dell’esercito israeliano, in risposta ai razzi sulla cittadina di Sderot, hanno mietuto un centinaio di vittime, soprattutto civili; per non tacere della strage alla scuola rabbinica Mercaz HaRav di Gerusalemme, il 6 marzo), Hamas celebra i suoi martiri e perpetua l’odio verso il nemico sionista, Abu Mazen è più che mai debole… Sulle buone intenzioni del vertice di Annapolis, celebratosi alla fine di novembre negli Usa, sembra calata una pietra tombale.

Le celebrazioni per la nascita di uno Stato sono sempre l’occasione per ripensare alle ragioni fondanti. Nel 1948 la dichiarazione d’indipendenza indicava nella «libertà, nella giustizia e nella pace come predetto dai profeti», le radici della comune convivenza. Rilanciare questa visione, tornare al «coraggio della profezia», usare le armi della giustizia più che le armi della guerra, potrebbe essere il modo di celebrare un anniversario diversamente troppo segnato dal sangue.

«Solo mostrando un rispetto assoluto per la vita umana – ha sottolineato il Papa commentando l’escalation di Gaza durante l’Angelus del 2 marzo scorso – fosse anche quella del nemico, si potrà sperare di dare un futuro di pace e di convivenza alle giovani generazioni di quei popoli che, entrambi, hanno le loro radici nella Terra Santa».

Abbonamenti

Il periodico Terrasanta si rivolge a coloro che intendono approfondire gli aspetti culturali e spirituali della Terra Santa.
Offre articoli su Bibbia, attualità, ecumenismo, archeologia, cultura e dialogo tra le religioni.

Per ricevere il periodico (6 numeri l’anno) la quota d’abbonamento è di 28,00 euro. Disponibile, a 20,00 euro, anche in versione pdf.

Maggiori informazioni
Archivio Storico

Nel 2021 la rivistaTerrasanta (fino al 2005 La Terra Santa) compirà cent’anni.

Volete scoprire com’eravamo agli inizi?

Mettiamo a vostra disposizione le prime cinque annate (1921-1925) in formato digitale.

Vai all'archivio
L'indice delle annate

Ai nostri abbonati e lettori più assidui potrà tornare utile l’indice generale della nuova serie di Terrasanta dal 2006 ad oggi.

Il file, in formato pdf, consente di cercare gli articoli, gli autori e i temi che vi interessano di più ed individuare i numeri e le pagine in cui sono stati pubblicati.

Scarica il file
Il libro delle risposte della fede
MichaelDavide Semeraro

Il libro delle risposte della fede

Domande scomode a Dio e alla Chiesa
Il Santo e il Sultano

Il Santo e il Sultano

Damietta, l’attualità di un incontro