Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Quando la pace incomincia dalla giustizia

l'editoriale
2 aprile 2007
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Questa volta lo dicono i dati del governo israeliano: il 32,4 per cento dei terreni su cui sono stati costruiti gli insediamenti israeliani è proprietà privata di palestinesi. La notizia è stata rilanciata a metà marzo dal gruppo pacifista israeliano Peace Now. I dati utilizzati sono quelli ufficiali dell’amministrazione civile e confermano quanto già Peace Now aveva pubblicato in un rapporto del novembre scorso.

La costruzione degli insediamenti (ben 131) sulle terre di proprietà palestinese solleva una questione di giustizia non da poco in una regione già segnata da pesanti disequilibri e ingiustizie.

In un primo tempo, alle rimostranze dell’associazione nei confronti del fiorite di insediamenti e avamposti, le autorità competenti avevano dichiarato che i terreni edificati erano di proprietà demaniale o risultanti senza proprietari. Di fronte ad un’azione legale dell’organizzazione pacifista, convinta invece del contrario, l’Amministrazione civile della Cisgiordania ha dovuto ammettere l’illegalità di gran parte degli insediamenti. L’Alta corte israeliana di giustizia da lungo tempo ormai ha stabilito che non si possono confiscare (o peggio sottrarre) terre private per la costruzione di nuovi insediamenti.

La collocazione degli insediamenti in violazione di un diritto altrui non sembra essere uno strumento del tutto appropriato per raggiungere la sicurezza. La legalità e la giustizia possono essere viceversa la strada maestra per arrivare ad un contesto di pacifica convivenza.

Come ricevere l'Eco

Il tabloid Eco di Terrasanta viene spedito a tutti coloro che sono interessati ai Luoghi Santi e che inviano un’offerta, o fanno una donazione, a favore delle opere della Custodia di Terra Santa.

Maggiori informazioni
Sfoglia l'Eco

Se non hai mai avuto modo di leggere Eco di Terrasanta, ti diamo la possibilità di sfogliare un numero del 2020.
Buona lettura!

Clicca qui
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
Benediciamo il Signore

Benediciamo il Signore

Preghiere per la mensa
La cucina come una volta
Anna Maria Foli

La cucina come una volta

Storie, segreti e antiche ricette da monasteri e conventi
La didattica dell’IRC tra scuola e Istituti Superiori di Scienze Religiose

La didattica dell’IRC tra scuola e Istituti Superiori di Scienze Religiose

Verso nuovi modelli per la scuola delle competenze
Un nome e un futuro
Firas Lutfi

Un nome e un futuro

La risposta francescana al dramma siriano dei "bambini senza identità"