Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.

Il vicolo cieco della violenza e della sopraffazione

l'editoriale
30 ottobre 2015
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

I ragazzi (e non è una novità) come «carne da macello» nella nuova ondata di violenza che scuote la Terra Santa. Più sensibili degli adulti a gesti eclatanti, si mobilitarno senza tanti ragionamenti.


Per le strade di Gerusalemme, nuovamente toccate dalla violenza, un dato risulta evidente: sono i più giovani i protagonisti della nuova intifada. Come nel 1987, quando erano i bambini a lanciare sassi contro i militari israeliani, anche stavolta i più attivi negli atti di violenza sono i giovani e minorenni, a volte poco più che adolescenti. Questo è vero sul versante palestinese. Ma è ugualmente vero sul versante israeliano, dove i più attivi nel contrastare i palestinesi sono i giovani delle colonie, intrisi di ideologia sionista. Se ne sono visti parecchi, nelle scorse settimane, sia su un fronte che sull’altro: ragazzini palestinesi che provocano apertamente ebrei ortodossi che si recano al Muro occidentale, attraversando la Porta di Giaffa o la Porta di Damasco. Ma anche giovani coloni a passeggio sulla spianata delle Moschee, a rivendicare in forma provocatoria (ma scortati dai militari) l’accesso all’area del Tempio.

I ragazzi (e non è una novità) come «carne da macello» in questa nuova ondata di violenza che scuote la Terra Santa. Certamente più sensibili degli adulti a gesti eclatanti, capaci di assorbire i proclami (siano di Hamas come della destra sionista) e disposti a mobilitarsi senza tanti ragionamenti.

Sono lo specchio, purtroppo, di vent’anni di politica israeliana e palestinese che tutto ha fatto tranne cercare le vie del dialogo e della pace. Anzì, si è impegnata a separare, dividere, polarizzare, infilandosi nel vicolo cieco della violenza e della sopraffazione. Perché alla fine una cosa risulta evidente: non c’è alternativa alla convivenza tra arabi ed ebrei in Terra Santa.

Come ricevere l'Eco

Il tabloid Eco di Terrasanta viene spedito a tutti coloro che sono interessati ai Luoghi Santi e che inviano un’offerta, o fanno una donazione, a favore delle opere della Custodia di Terra Santa.

Maggiori informazioni
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
Il libro delle risposte della fede
MichaelDavide Semeraro

Il libro delle risposte della fede

Domande scomode a Dio e alla Chiesa
Il Santo e il Sultano

Il Santo e il Sultano

Damietta, l’attualità di un incontro