Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Costantino e l’Oriente

Autori Vari
23 maggio 2013
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Costantino e l’Oriente
Costantino ordina la distruzione dei testi dell'arianesimo. (da un manoscritto conservato nell'Archivio capitolare di Vercelli)

Sono molte, e di vario genere, le iniziative che segnano questo anno, dedicato al XVII centenario della promulgazione dell’Editto di Milano (313): mostre (su tutte quella di Milano, presso Palazzo reale), libri e conferenze. Riviste di cultura, cattoliche e non, hanno offerto ai lettori articoli e saggi, nel tentativo di sottolineare quello che, da più parti, viene identificato come «il tempo della tolleranza».

Con il rescritto imperiale, Costantino Augusto e Licinio Augusto, inaugurano indiscutibilmente una fase nuova nella storia, concedendo «ai cristiani e a tutti gli altri libera scelta di seguire il culto che volessero», non negando «ad alcuno la facoltà di seguire e scegliere l’osservanza o il culto dei cristiani». Norme che porranno fine alle persecuzioni nei confronti dei cristiani e proclameranno la neutralità (temporanea) dell’impero nei confronti delle fedi religiose.

Per il cristianesimo in Oriente, già largamente e capillarmente diffuso, l’Editto porta con sé una vera e propria fioritura dell’architettura sacra. Sul modello delle basiliche romane, anche a Gerusalemme e nei Luoghi Santi sorgeranno splendidi templi, con lo scopo principale di salvaguardare le memorie cristiane. Un’opera che vede Elena, la madre dell’imperatore, in prima linea.

Proprio il legame tutto particolare di Costantino e della madre Elena con l’Oriente cristiano, con la nascita di una vera e propria architettura cristiana in Terra Santa e l’edificazione delle basiliche, centro ancora oggi della fede e della devozione dei cristiani di tutto il mondo, costituisce il fulcro di questo dossier. (g.c.)

(Questo testo è l’Introduzione del Dossier pubblicato nelle 16 pagine centrali del bimestrale Terrasanta)

Abbonamenti

Il periodico Terrasanta si rivolge a coloro che intendono approfondire gli aspetti culturali e spirituali della Terra Santa.
Offre articoli su Bibbia, attualità, ecumenismo, archeologia, cultura e dialogo tra le religioni.

Per ricevere il periodico (6 numeri l’anno) la quota d’abbonamento è di 28,00 euro. Disponibile, a 20,00 euro, anche in versione pdf.

Maggiori informazioni
Un saggio di Terrasanta

Vuoi farti un’idea del nostro bimestrale?
Ti mettiamo a disposizione un numero del 2019.
Buona lettura!

Sfoglia il numero
L'indice delle annate

Ai nostri abbonati e lettori più assidui potrà tornare utile l’indice generale della nuova serie di Terrasanta dal 2006 ad oggi.

Il file, in formato pdf, consente di cercare gli articoli, gli autori e i temi che vi interessano di più ed individuare i numeri e le pagine in cui sono stati pubblicati.

Scarica il file
Archivio Storico

Nel 2021 la rivistaTerrasanta compirà cent’anni.

Volete scoprire com’eravamo agli inizi?

Mettiamo a vostra disposizione le prime cinque annate de La Terra Santa (1921-1925) in formato digitale.

Vai all'archivio