Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Il Papa ad Assisi: solo la pace è in nome di Dio

l'editoriale
24 novembre 2011
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

«Le religioni non possono mai essere motivo di violenza. Le fedi e il dialogo interreligioso sono e devono essere alla base della pace». È il richiamo che Benedetto XVI ha lanciato il 27 ottobre scorso ad Assisi in occasione della Giornata mondiale di preghiera e di riflessione per la pace, a 25 anni dallo storico incontro voluto da Giovanni Paolo II. Insieme a circa 300 partecipanti, il Papa è giunto nella città di san Francesco per riflettere sul tema «Pellegrini della verità, pellegrini della pace».

Tra i moniti che il Santo Padre ha lanciato, una denuncia contro la violenza e il terrorismo che si fa scudo della religione. «Sappiamo che spesso il terrorismo è motivato religiosamente e che proprio il carattere religioso degli attacchi serve come giustificazione per la crudeltà spietata, che crede di poter accantonare le regole del diritto a motivo del “bene” perseguito. La religione qui non è a servizio della pace, ma della giustificazione della violenza».

«Come cristiano – ha proseguito il Santo Padre – vorrei dire a questo punto: sì, nella storia anche in nome della fede cristiana si è fatto ricorso alla violenza. Lo riconosciamo, pieni di vergogna. Ma è assolutamente chiaro che questo è stato un utilizzo abusivo della fede cristiana, in evidente contrasto con la sua vera natura».

Chi compie violenza è contro Dio, non con Dio. Anzi, ha spiegato il Papa, celebra la sua assoluta negazione. Chi cerca Dio, invece, anela alla pace e all’armonia. E facendosi «pellegrino di verità», diventerà anche artigiano di riconciliazione e dialogo. Un cammino che da Assisi riprende con slancio, per farsi «carico insieme della causa della pace contro ogni specie di violenza».

Come ricevere l'Eco

Il tabloid Eco di Terrasanta viene spedito a tutti coloro che sono interessati ai Luoghi Santi e che inviano un’offerta, o fanno una donazione, a favore delle opere della Custodia di Terra Santa.

Maggiori informazioni
Sfoglia l'Eco

Se non hai mai avuto modo di leggere Eco di Terrasanta, ti diamo la possibilità di sfogliare un numero del 2020.
Buona lettura!

Clicca qui
Sostienici

Terrasanta.net conta anche sul tuo aiuto

Dona ora
La ricchezza del bene – nuova edizione
Safiria Leccese

La ricchezza del bene – nuova edizione

Storie di imprenditori fra anima e business
Incerti legami
Sandro Carotta

Incerti legami

Letture dalla Genesi
Spostare le montagne
Alessio Barberi

Spostare le montagne

L'energia della preghiera fra scienza e spiritualità