Terrasanta.net - Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia.
Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Anno Santo Compostellano. Pregare coi piedi

AA.VV.
12 luglio 2010
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Anno Santo Compostellano. Pregare coi piedi

Il Cammino di Santiago de Compostela è uno dei fenomeni di massa più significativi degli ultimi decenni del XX secolo e dell’inizio del XXI. E tutto lascia intendere che lo sarà ancora per molti anni a venire.

Sulle strade che conducono alla città galiziana si avventurano sempre più pellegrini, spinti da un incessante passaparola, attratti dal fascino dei luoghi e dalla ricerca di una dimensione d’interiorità e silenzio sempre più difficile da trovare nelle nostre città trafficate, rumorose e distratte.

Ciò che però pochi sanno, è che il Cammino, o meglio «i Cammini», affondano le loro radici in un storia millenaria, che è la storia stessa dell’Europa cristiana. Il poeta tedesco Goethe riteneva che l’Europa sarebbe infatti nata «andando pellegrina a Compostela». I vari Cammini, soprattutto quello francese, furono per secoli la colonna vertebrale dell’unità di un continente disgregato e fragile.

Meno persone ancora hanno poi chiaro il legame intimo che esiste tra Santiago de Compostela e la Terra Santa, il luogo da cui tutto ha avuto origine. Recarsi sulla tomba dell’apostolo (figlio di Zebedeo, fratello di Giovanni), significa andare al cuore dell’esperienza cristiana. Con Pietro, Giacomo fu testimone della trasfigurazione gloriosa di Gesù e della resurrezione della figlia di Giairo. Nel Getsemani si trovò invece di fronte all’umiliazione e alla sofferenza di Gesù, che si fece obbediente fino alla morte.

Pochi poi sono consapevoli dei rapporti che esistono tra l’esperienza compostellana e il francescanesimo. Un legame che – ci sembra utile richiamarlo mentre si celebra l’anno santo compostellano e il Santo Padre si appresta a visitare Santiago il 6 novembre prossimo – risale addirittura all’epoca del Poverello di Assisi (che secondo la tradizione sarebbe stato pellegrino dalla tomba dell’apostolo) e che non è mai venuto meno. (g.c.)

(Questo testo è l’Introduzione al Dossier nelle 16 pagine centrali della rivista)

Abbonamenti

Il periodico Terrasanta si rivolge a coloro che intendono approfondire gli aspetti culturali e spirituali della Terra Santa.
Offre articoli su Bibbia, attualità, ecumenismo, archeologia, cultura e dialogo tra le religioni.

Per ricevere il periodico (6 numeri l’anno) la quota d’abbonamento è di 28,00 euro. Disponibile, a 20,00 euro, anche in versione pdf.

Maggiori informazioni
Un saggio di Terrasanta

Vuoi farti un’idea del nostro bimestrale?
Ti mettiamo a disposizione un numero del 2019.
Buona lettura!

Sfoglia il numero
L'indice delle annate

Ai nostri abbonati e lettori più assidui potrà tornare utile l’indice generale della nuova serie di Terrasanta dal 2006 ad oggi.

Il file, in formato pdf, consente di cercare gli articoli, gli autori e i temi che vi interessano di più ed individuare i numeri e le pagine in cui sono stati pubblicati.

Scarica il file
Archivio Storico

Nel 2021 la rivistaTerrasanta compirà cent’anni.

Volete scoprire com’eravamo agli inizi?

Mettiamo a vostra disposizione le prime cinque annate de La Terra Santa (1921-1925) in formato digitale.

Vai all'archivio
Sorella anima
David-Marc d’Hamonville

Sorella anima

Alla scoperta di una interiorità possibile
La notte di Natale
Papa Francesco

La notte di Natale

Il buon augurio del presepe