Storie, attualità e archeologia dal Medio Oriente e dal mondo della Bibbia

Francesco e l’islam, la modernità di un messaggio

Giuseppe Caffulli
30 settembre 2009
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Questo 2009 che si avvia a conclusione, per il francescanesimo, coincide con la celebrazione dell’ottavo centenario della nascita dell’Ordine fondato da Francesco d’Assisi. In Italia e nel mondo, è stato tutto un fiorire di iniziative, convegni e seminari, con l’intento di ricordare i tratti salienti del carisma francescano e la sua attualità nel contesto della società d’oggi, percorsa da tante tensioni e spinte disgreganti.

Con il dossier di questo numero, dedicato all’incontro del Poverello con il mondo musulmano, vorremmo sottolineare un aspetto a volte trascurato, ma indubbiamente centrale della predicazione e della spiritualità francescana: l’incontro con l’«altro», con il diverso, il nemico, per riconoscerlo fratello. In un’epoca segnata dal cosiddetto «scontro di civiltà», l’esempio di Francesco a Damietta (teatro dello straordinario evento dell’incontro con il sultano) può certamente dire e insegnarci ancora molto.

Fra i tanti aspetti della vita evangelica lasciati in eredità dal santo di Assisi all’Ordine e alla Chiesa, c’è sicuramente quello della fraternità universale dei credenti in Dio, che in ambito missionario (ricordiamo che la Terra Santa, dove Francesco arrivò nel 1219, è ancora oggi considerata la «perla delle missioni francescane») significa soprattutto amore verso tutti gli uomini, anche a costo del martirio. Impegnandosi a sconfiggere il male con le sole armi del bene e indicando la via necessaria del dialogo tra i credenti in Dio, Francesco continua a testimoniarci la possibilità di un incontro concreto, pur nel rispetto delle differenze e delle reciproche identità.

Un messaggio quanto mai moderno e attuale, che da Damietta e dalle piazze delle nostre città d’Oriente ed Occidente, ancora oggi, serve gridare con forza e convinzione al mondo.

Abbonamenti

Il periodico Terrasanta è per chi vuole approfondire gli aspetti culturali e spirituali della Terra Santa.
Offre articoli su Bibbia, attualità, ecumenismo, archeologia, cultura e dialogo tra le religioni.

Per ricevere il periodico (6 numeri l’anno) la quota d’abbonamento è di 28,00 euro. Disponibile, a 20,00 euro, anche in versione pdf.

Maggiori informazioni
Un saggio di Terrasanta

Vuoi farti un’idea del nostro bimestrale?
Ti mettiamo a disposizione un numero del 2020.
Buona lettura!

Sfoglia il numero
L'indice delle annate

Ai nostri abbonati e lettori più assidui potrà tornare utile l’indice generale della nuova serie di Terrasanta dal 2006 al 2020.

Il file consente di cercare gli articoli, gli autori e i temi che vi interessano di più ed individuare i numeri e le pagine in cui sono stati pubblicati.

Consulta l'indice
La Festa della tenerezza
Papa Francesco

La Festa della tenerezza

Buon Natale in pensieri e parole
Dante a tavola
Marco Bonatti

Dante a tavola

Avventure del cibo e del gusto nella Commedia
Almanacco della felicità
Anna Maria Foli

Almanacco della felicità

Pagine per un anno dai più grandi scrittori d'ogni tempo e latitudine
Antonio di Padova
Nazareno Fabbretti

Antonio di Padova

Il romanzo di una vita